Minturno / Al Castello la mostra sullo scrittore statunitense Max Brand

Minturno / Al Castello la mostra sullo scrittore statunitense Max Brand

MINTURNO – Proseguono gli appuntamenti della Settimana della Memoria, organizzata dall’amministrazione comunale di Minturno e dal delegato alla memoria storica Mirco Mendico. Nel week-end sono previste alcuni incontri molto interessanti dedicati allo scrittore e sceneggiatore americano Max Brand, pseudonimo di Frederick Schiller Faust.

Nella giornata di sabato 12 maggio, alle ore 11 sarà posta una targa in suo ricordo in via Luigi Cadorna all’altezza del civico 164 (strada per raggiungere Santa Maria Infante), luogo dove perse la vita il 12 maggio 1944; alle ore 17 presso il Castello si terrà l’inaugurazione della mostra biografica, alla quale sarà presente la nipote, la signora Adriana Faust Bianchi, mentre alle ore 20 sarà proiettato il film tratto da un romanzo di Max Brand “Tre giorni di gloria” di Raoul Walsh con Errol Flynn a cura dell’Associazione Culturale “Il Sogno di Ulisse”. La mostra biografica sarà aperta anche domenica 13 maggio, dalle ore 11 alle ore 18.

La Settimana della Memoria prosegue con altri due appuntamenti: domenica 13 maggio alle ore 10 presso il Cimitero Inglese si renderà omaggio ai soldati caduti lì sepolti a cura dell’Associazione Linea Gustav Fronte Garigliano, mentre lunedì 14 maggio si terranno due cerimonie: la prima, alle ore 11, in occasione del 74° anniversario della Liberazione di Santa Maria Infante, con l’omaggio ai caduti presso il monumento della frazione, e la seconda alle ore 12 presso il Sacrario Comunale Chiesa della Annunziata che prevede la Santa Messa per i caduti del secondo conflitto mondiale in presenza delle scolaresche di Minturno celebrata da Don Cristoforo Adriano con la presenza dell’Associazione Carabinieri di Minturno.

Max Brand

MAX BRAND
Max Brand lo pseudonimo più noto fra i tanti usati da Frederick Schiller Faust, scrittore celebre in tutto il mondo per aver dato vita a personaggi e storie di successo, di generi e ambientazioni diversissime, tra i quali anche il Dottor Kildare. Nato a Seattle nel 1892 da modestissima famiglia e rimasto orfano a tredici anni, fece, per vivere, un’incredibile quantità di mestieri: dal contadino al marinaio, dal muratore al reporter; finché nel 1917 venne riconosciuto dalla critica valido poeta e grande romanziere popolare. Ammalatosi, si trasferì in Italia, a Firenze, dove visse alcuni anni. Molti furono i film ispirati ai suoi romanzi, come “The Untamed”, da cui furono tratti tre films e “Destry Rides Again”, ispiratore di altri tre film che ebbero come protagonisti nell’ordine Toni Mix, James Stewart e infine Audie Murphy. A cinquantadue anni ritornò in Italia per scrivere la storia della Fanteria Americana in azione. Nel ’44 trovò la morte proprio in una azione di guerra a cui aveva partecipato come reporter a Minturno.

TRE GIORNI DI GLORIA (1944)
Un film di Raoul Walsh. Con Paul Lukas, Errol Flynn, Faye Emerson, Jean Sullivan.
Nella Francia occupata dai nazisti, un famoso ladro evade. Un poliziotto gli dà la caccia e lo riprende. I due capitano però in mezzo a una feroce rappresaglia ordinata dai tedeschi in risposta all’uccisione in un attentato di dieci soldati germanici. Il ladro si consegnerà ai nazi rivendicando l’attentato (e salvando la vita a cento ostaggi già al muro).

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+