Ventotene / Trenta diportisti dell’isola rimasti senza posto barca

Ventotene / Trenta diportisti dell’isola rimasti senza posto barca

VENTOTENE – Trenta diportisti di Ventotene sono senza posto barca. Lo storico approdo di Cala Rossano, a ridosso della parte rocciosa dove si trova la pompa di benzina, è stato infatti interdetto dalle forze dell’ordine per ragioni di sicurezza e ora le barche non hanno più un posto dove stare. In questi ultimi mesi le imbarcazioni sono state attraccate presso il pontile di Modesto Sportiello, che è venuto incontro all’emergenza dei suoi concittadini ma ora, in vista della nuova stagione turistica, il pontile va liberato. È stata individuata un’area sul braccio del porto ma la preoccupazione dei diportisti ventotenesi è quella di essere nuovamente sfrattati se anche quella zona verrà data in concessione ai noleggiatori. Ad oggi non esistono altri posti dove allocare le imbarcazioni dei residenti, dal momento che anche il porto romano è occupato dai noleggiatori. Una problematica sollevata numerose volte negli anni passati e che oggi ancora non trova una soluzione. Alcuni addirittura sono costretti a portare la propria barca nelle vicine coste estere perché non c’è posto per i residenti.

“È scandaloso – dicono i diportisti – che i ventotenesi vengano sfrattati dalla loro isola per fare spazio solamente ai turisti paganti. Ogni amministrazione che si rispetti dovrebbe prevedere una parte riservata agli isolani, a titolo gratuito, che dovrebbero venire prima di tutto essendo abitanti dell’isola. Non è possibile che un ventotenese non abbia un posto dove mettere la propria barca, né tantomeno che debbano pagare una somma esorbitante per tutti i mesi estivi. Va bene che l’isola si dimostri disponibile all’arrivo dei turisti, visto che vive di turismo tre mesi all’anno, ma non deve dimenticare i suoi figli”.

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+