Minturno / Partono da Scauri le iniziative per la Giornata Mondiale del Rifugiato (video)

Minturno / Partono da Scauri le iniziative per la Giornata Mondiale del Rifugiato (video)

MINTURNO – Tra il mormorio del mare, profumi di terre antiche e lontane, sorrisi timidi di chi negli occhi ha ancora l’orrore del mondo che si è lasciato alle spalle e si apre coraggioso al domani, ha preso vita l’evento organizzato dal GUS – Gruppo Umana Solidarietà in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato presso il Pub lo Scoglio, a Scauri, il 20 giugno.

Tre i comuni coinvolti: Formia, Minturno, Spigno Saturnia. Ognuno solerte a raccontare la propria realtà: quella di chi ha fatto del rispetto dell’unicità altrui la propria missione come Giovanni Lattanzi, coordinatore nazionale del GUS; Antonio Vaudo, coordinatore del progetto Sprar del Comune di Minturno, Anna Bonaiuto, responsabile della cooperativa “Nuovo orizzonte”. E quella di chi in Italia non si è sentito più “l’altro”, come Ibra. Il primo senso di appartenenza conviviale lo si è avuto con il cibo.

Grazie alla presentazione del laboratorio di cucina, ogni pietanza magistralmente preparata portava con sé un pezzo di storia: la personale storia di ogni mano migrante che l’aveva preparato. Tra quel miscuglio di pelli diverse, racconti incrociati, odori speziati, la musicalità trascinante del gruppo Valeridà e le danze dei Terramia ed il gruppo di Elizabeth Stacey ogni mano intrecciata non aveva colore. Non c’era più alcuno spazio, nessuna distanza. Ciascuno era senza pelle.
Anna Maria Grippo

Di seguito tutte le interviste:

Intervista a Giovanni Lattanzi, coordinatore nazionale GUS

___
Intervista ad Antonio Vaudo, responsabile Progetto Sprar Minturno

___
Intervista ad Anna Bonaiuto

___
Intervista a Ibra

___
Intervista ai Valeridà

___
Un momento del concerto dei Valeridà

___
Intervista all’assessore Mimma Nuzzo

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+