Formia / Estorsione e associazione mafiosa: chiesti 15 anni per Katia Bidognetti

FORMIA – E’ giunta anche a Formia, negli ovattati ambienti investigativi del locale gruppo della Guardia di Finanza, l’eco della durissima requisitoria formulata dal Sostituto Procuratore della Dda di Napoli Alessandro D’Alessio nei confronti dei 31 imputati, per lo più donne, raggiunti da ordinanze di custodia cautelare eseguite a Formia, L’Aquila, Casal di Principe e […]

Continua a leggere

Formia / Camorra, arresto di Giovanni Lubello: le motivazioni

FORMIA – Sono emersi alcuni aspetti grazie ai quali l’ottava sezione penale della Corte di Cassazione, confermando il pronunciamento dello scorso luglio del Tribunale del Riesame sull’istanza del sostituto procuratore della Dda di Napoli Alessandro D’Alessio, ha inasprito la misura cautelare per Giovanni Lubello, il 41enne ex marito di Katia Bidognetti. L’uomo sino a giovedì […]

Continua a leggere

Formia / “Il boss Bidognetti dirige dal carcere il clan attraverso la figlia Katia”

FORMIA – “Il boss Francesco Bidognetti dirige dal carcere le attività del clan dei Casalesi tramite la figlia Katia. Anche quando abitava nel sud pontino e, nello specifico, a Formia”. Lo afferma la quinta sezione penale della Cassazione, presieduta dalla dottoressa Maria Vessichelli, nella motivazione della sentenza che ha respinto il ricorso proposto dalla giovane […]

Continua a leggere

Formia / Operazione “Restart”, Katia Bidognetti resta in silenzio

FORMIA – Determinata e pronta a perorare la sua condotta difensiva ma, al momento, ha bisogno di tempo, il tempo di leggere e decriptare le migliaia di intercettazioni telefoniche ed ambientali che la vedono protagonista. Non ha smentito se stessa Katia Bidognetti, la 35enne terzogenita figlia del capoclan dell’omonima fazione dei Casalesi che, arrestata giovedì […]

Continua a leggere

Formia / Clan Bidognetti, lunedì gli interrogatori ai presunti affiliati

FORMIA – C’è molta attesa per il comportamento processuale di Katia Bidognetti e dell’ex marito Giovanni Lubello, i due “formiani” – si fa per dire – finiti in manette giovedì mattina, insieme ad altre 29 persone, nell’ambito dell’operazione “Restart” che ha decapitato con le ipotesi di reato di associazione a delinquere di stampo mafioso, ricettazione […]

Continua a leggere