Coronavirus, inviata a Ventotene un’ambulanza per affrontare le emergenze

Coronavirus, inviata a Ventotene un’ambulanza per affrontare le emergenze

VENTOTENE – E’ stata presa in consegna dal vicesindaco di Ventotene Domenico Malingueri un’ambulanza attrezzata che, guidata da un autista barelliere e da un Oss, è stata inviata dall’Asl di Latina per affrontare al meglio le emergenze legate al Covid 19 sulla seconda isola pontina. Il soccorso anche a domicilio sarà garantito dal personale medico e infermieristico del Presidio, coadiuvato dall’autista dell’ambulanza e da personale aggiuntivo della Protezione Civile.

La direzione aziendale e la Regione Lazio erano state costantemente sollecitate nel rafforzare i servizi sanitari e farmaceutici dell’isola mentre il comune di Ventotene garantirà vitto e alloggio al personale dell’ambulanza. Questo presidio dell’isola è fornito di tutti i supporti necessari per affrontare casi di normale routine e anche quelli di eventuale contagio da coronavirus attraverso tute e mascherine. Presso il porto di Formia intanto opera da giorni una pattuglia della Guardia di Finanza che controlla i mezzi ed i viaggiatori diretti alle isole con finalità di approvvigionamenti alimentari e altri beni di prima necessità.

“Il Comune di Ventotene, come sempre, è in costante rapporto con i vertici aziendali affinché l’isola di Ventotene, al pari di tutti gli altri territori della provincia, possa contare – hanno detto il vice sindaco Domenico Malingieri e l’assessore delegato alla sanità Francesco Carta – su interventi sanitari puntuali ed efficaci”. Il consigliere regionale formiano di Forza Italia nonché presidente della commissione sanità alla Pisana, Pino Simeone, è andato oltre: ha sollecitato l’installazione di postazione sanitaria per il controllo dei passeggeri diretti da Formia a Ponza e Ventotene. La richiesta è stata formalizzata nel corso della riunione dei capigruppo consiliari della Regione Lazio ed il vicepresidente della giunta Daniele Leodori “ha garantito che del tema ne avrebbe parlato nella conferenza con i direttori generali delle Asl del Lazio”.

La veloce propagazione del Covid-19 purtroppo sta creando apprensione ed angoscia nella popolazione residente nelle isole di Ponza e Ventotene, soprattutto in relazione al fatto che si verrebbero a creare diversi problemi logistici per la gestione sanitaria nel caso di un eventuale presenza di contagiati.

“Mi sono fatto portavoce di una richiesta, peraltro già inoltrata dal sindaco di Ponza Franco Ferraiuolo insieme all’assessore Michele Nocerino e dal sindaco di Ventotene Gerardo Santomauro, inviata alla Regione e al Prefetto di Latina, per ottenere l’istituzione al porto di Formia, di una postazione sanitaria per il controllo dei passeggeri diretti alle isole pontine – ha commentato Simeone – E’ una richiesta più che fondata e fa leva anche sulla recente ordinanza emanata dal presidente della Regione Campania, nella quale si limita l’accesso alle isole del Golfo di Napoli. Il problema adesso è sul tavolo della Regione. Auspico che l’amministrazione Zingaretti, attraverso il vicepresidente Leodori, possa trovare una soluzione che fornisca le opportune garanzie a passeggeri, sanitari e residenti delle isole”.

Saverio Forte

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+