Fondi / Aggrediscono connazionali con coltelli, bastoni e un’ascia, fermati cinque cittadini indiani

Fondi / Aggrediscono connazionali con coltelli, bastoni e un’ascia, fermati cinque cittadini indiani

coltelloFONDI – Stava per scattare la mezzanotte quando ieri sera è giunta richiesta di soccorso presso la Sala Operativa del Commissariato di Fondi da parte di personale del 118 intervenuto per persone ferite con arma da taglio.

Immediatamente gli uomini della Polizia di Stato si sono recati in via Casabatandrea di Fondi e hanno trovato quattro cittadini, tutti di nazionalità indiana, con evidenti ferite lacero contuse che subito sono stati trasportati in ambulanza presso l’Ospedale di Terracina.

Uno dei presenti, non ferito, ha raccontato che poco dopo le 23.00 un gruppo di loro connazionali formato da 8-10 persone aveva fatto irruzione all’interno dell’appartamento cominciando, senza una logica spiegazione, a percuotere le tre persone lì presenti con coltellibastoni ed un’ascia, allontanandosi velocemente dopo l’aggressione dal luogo dell’evento criminoso.

Gli Agenti infatti, hanno trovato all’interno dell’appartamento in questione, un’ascia lasciata a terra dagli aggressori e vetri infranti sparsi in varie stanze con presenza di macchie di sangue e tovaglioli usati per tamponare le ferite.

L’ascia utilizzata dagli aggressori è stata opportunamente recuperata e posta sotto sequestro. I feriti sono stati trasportati all’Ospedale di Terracina dove, dopo le prime cure e visite mediche, sono stati dimessi uno con prognosi di 10 giorni mentre l’altro 7 giorni.

Successivamente sono stati accompagnati negli uffici di Polizia per formalizzare la denuncia-querela in merito ai fatti accaduti e le vittime hanno riferito agli agenti di Polizia di conoscere bene alcuni dei soggetti, che hanno fatto parte del gruppo degli aggressori, indicando la loro abitazione sita in via Fosso Calabrese di Fondi dove in effetti sono stati rintracciati cinque stranieri di nazionalità indiana, tutti riconosciuti come autori, tra gli altri, del gruppo che aveva attuato l’aggressione.

Tutte le persone coinvolte nei fatti sono in regola con il permesso di soggiorno fatta eccezione per la parte offesa che è stata segnalata all’Ufficio Immigrazione per i provvedimenti di competenza.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+