Minturno / Allarme furti, CasaPound torna a presidiare il territorio (video)

Minturno / Allarme furti, CasaPound torna a presidiare il territorio (video)

MINTURNO – I militanti di CasaPound Minturno la scorsa notte sono scesi in strada per denunciare la ripresa di furti e tentativi di furti nelle zone di Scauri alta e Tufo. “Come ampiamente prevedibile, con la stagione estiva e quindi con una maggiore affluenza di cittadini nel nostro comune, i delinquenti tornano a colpire le abitazioni del nostro paese – dichiara Marco Moccia, portavoce di CasaPound e leader della protesta di questo inverno con i gruppi di sicurezza cittadini erroneamente chiamati ronde – per questo motivo siamo scesi in strada, al fine di denunciare un problema atavico del nostro comune, ovvero la sicurezza, e per portare la nostra solidarietà ai residenti delle zone colpite da questa nuova escalation di furti commessi e tentati”.

“Le nostre passeggiate – prosegue Moccia – non hanno alcun intento para-militare, non è nostra intenzione sostituirci alle forze dell’ordine ed agli organi preposti alla sicurezza dei cittadini, le nostre passeggiate servono a denunciare e sensibilizzare la popolazione su un tema importante come la sicurezza nel nostro paese. Come ho ribadito in più occasioni, L’assenza di un responsabile politico, sia esso un assessore o un delegato ad hoc, è un qualcosa di sbagliatissimo in un comune di frontiera come il nostro in cui risiedono molte persone a soggiorno obbligato. Invitiamo pertanto le autorità preposte e il sindaco a non sottovalutare nuovamente, come ahimè hanno fatto questo inverno durante l’escalation di furti che colpì il nostro territorio, queste prime avvisaglie avvenute nelle zone di Scauri alta e Tufo.

Chiediamo inoltre come movimento politico l’adesione del nostro comune al decreto Salvini, Con Il quale, i soldi sequestrati alle mafie vengono destinati ai Comuni al fine di potenziare i Comandi di Polizia Locale per la lotta agli abusivi sui litorali e per il controllo del territorio nella stagione estiva anche nelle ore notturne, attraverso quindi la corresponsione degli straordinari dovuti agli agenti”.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+