Formia / Si riapre il giallo della scomparsa di Marisa Busetto e del piccolo Mirko

Formia / Si riapre il giallo della scomparsa di Marisa Busetto e del piccolo Mirko

FORMIA – Si riapre il giallo della scomparsa di Marisa Busetto e del piccolo Mirko. A riaccendere i riflettori la collega Federica Sciarelli, conduttrice del programma televisivo “Chi l’ha Visto?”. Nella puntata andata in onda nella serata del primo novembre, è stata ripercorso per sommi capi il mistero della modella trevigiana bruna con gli occhi verdi, 36 anni al momento del presunto allontanamento volontario avvenuto nel dicembre del 1979, stabilitasi nel quartiere di Vindicio dove conviveva con il pescatore ed il bambino di 6 anni. L’uomo ha sempre sostenuto la tesi dell’allontanamento. Alla sua morte però, avvenuta in un incidente stradale, furono restituiti alla famiglia gli effetti personali della donna, che dunque durante quel lasso di tempo erano rimasti sempre lì, all’interno del suo appartamento. Come non si era mai mossa l’auto ritrovata secondo quanto si legge in una denuncia redatta con una macchina da scrivere poco leggibile in via “Clivella” (in realtà a Vindicio esiste via Olivella). Nel corso della trasmissione si è parlato anche di una colonia estiva “Stella Maris”. In realtà dovrebbe trattarsi del nome della chiesetta di Vindicio, annessa al convento delle suore eucaristiche di San Vincenzo Pallotti. Sul tratto di spiaggia antistante si svolgevano effettivamente delle colonie estive. In studio a raccontare la vicenda c’era la zia di Mirko, bambino biondo con gli occhi azzurri sparito nel nulla.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+