Cassino / Successo per il meeting “Cinema&Storia”. Ospite Elio Germano

Cassino / Successo per il meeting “Cinema&Storia”. Ospite Elio Germano

CASSINO – “Una grande giornata che ha visto la città di Cassino protagonista del primo appuntamento di Cinema&Storia con la presenza di Elio Germanio che senza ombra di dubbio è uno degli attori più brillanti del cinema italiano”. A dichiararlo è stato il sindaco, Giuseppe Golini Petrarcone, presente questa mattina al Teatro Manzoni dove, par l’apertura del Meeting ‘Cinema&Storia’ a cura di ABC Arte, Bellezza e Cultura e promosso dalla Regione Lazio, Elio Germano ha incontrato circa 500 studenti delle scuole superiori di Cassino e della Regione Lazio.

Elio Germano a Cassino
Elio Germano a Cassino

“Una manifestazione – ha continuato il sindaco – davvero bella e dall’alto valore educativo per la quale faccio i complimenti ai responsabili di ABC che da anni realizzano questo progetto capace di offrire ai ragazzi delle nostre scuole molti spunti di riflessione attraverso il racconto di pagine di storia che hanno caratterizzato in maniera significativa il nostro Paese.

Il Cinema è uno strumento unico che attraverso le immagini fa conoscere ai giovani la storia, gli eventi, gli sviluppi che hanno contribuito a formare la nostra società. Cassino, città della Pace per antonomasia, è uno dei luoghi centrali della storia del nostro Paese ed è stato un onore ospitare questo appuntamento che rappresenta un momento di confronto davvero stimolante per tutti noi ed in particolare per le nuove generazioni”.

Elio Germano a Cassino (4)Una manifestazione che, come sottolineato dall’assessore alla cultura Danilo Grossi, alla valenza culturale unisce quella turistica. “Oltre 300 ragazzi provenienti da diverse scuole della Regione Lazio – ha affermato Grossi – grazie a questa iniziativa hanno la possibilità di far visita alla nostra città. Dopo l’apertura di questa mattina con il Elio Germano che insieme a Fabio Ferzetti (critico cinematografico ed ideatore del progetto “100+1. Cento film e un paese, l’Italia”) ha passato in rassegna,  raccontandoli e inquadrandone aspetti insoliti, alcuni grandi capolavori della produzione cinematografica italiana,  – quali L’onorevole Angelina di Luigi Zampa, La Grande Guerra di Mario Monicelli, Tutti a casa di Luigi Comencini, Uomini contro di Francesco Rosi e Brutti, sporchi e cattivi di Ettore Scola – nel pomeriggio di oggi faremo visita al Parco della Memoria di San Pietro Infine che Mario Monicelli ha scelto come location per girare La Grande Guerra.

Nella giornata di domani il tour proseguirà con la visita all’Abbazia di Montecassino ed al Museo Historiale. Un ringraziamento va al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha promosso per il secondo anno questa manifestazione che abbiamo avuto l’onore di ospitare qui a Cassino. Senza dubbio un’occasione importante per far conoscere la Storia d’Italia agli studenti con le immagini del nostro miglior cinema del secondo dopoguerra anche attraverso la visita a quei luoghi (mi riferisco all’Abbazia di Montecassino ed al Parco della Memoria) in cui si sono svolti fatti importanti del nostro passato.

Elio Germano a Cassino (1)Credo che il turismo storico sia un settore di importanza fondamentale per realtà come la nostra e manifestazioni di questa natura contribuiscono in maniera determinante nella promozione di un territorio pieno di storia che ha tanto da offrire”.

Presente all’iniziativa il vicepresidente della Commissione Cultura della Regione Lazio, il consigliere del Pd Daniela Bianchi che ha aggiunto: “oggi a Cassino assieme a oltre 300 ragazzi abbiamo raccontato l’Italia e la sua storia grazie alle straordinarie immagini del Cinema Italiano. Con il Progetto ABC, voluto fortemente dal presidente Zingaretti, investiamo nella cultura delle nuove generazioni. In tutto il Lazio sono state coinvolte 9 mila studenti della Regione. Questo perché con linguaggi come quelli del cinema possiamo raccontare noi stessi e lanciare messaggi di speranza e riscatto.

Molti giovani oggi sono sconfortati, ma giornate come quella di oggi possono riaccendere in loro la voglia di contribuire ad una società migliore. Da momenti difficili, come la guerra raccontata nei film visti oggi, molte volte abbiamo trovato la forza necessaria per cambiare le cose. La stessa energia che oggi deve animare la politica per permetterle di essere più vicina ai veri bisogni delle persone e lontana delle solite e inutili diatribe che le persone comuni, men che meno i giovani, riescono a comprendere”.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+