Chrysalis, esce il nuovo e sorprendente album della rock band Le Metamorfosi

Chrysalis, esce il nuovo e sorprendente album della rock band Le Metamorfosi

Le Metamorfosi tornano a far parlare di loro con un album nuovo di zecca che rappresenta un importante momento di maturazione e cambiamento. La Rock band dei giovani Sarah D’Arienzo (voce), Tyron D’Arienzo (chitarra) e Gianluca Manfredonia (batteria) ha pubblicato venerdì 12 febbraio il nuovo lavoro registrato in studio, Chrysalis, co-prodotto con l’etichetta Mauna Loa, già disponibile in formato digitale su Spotify e iTunes (mentre per comprare il cd fisicamente nei negozi bisognerà aspettare il 27 febbraio).

“Come un bruco diventa farfalla attraverso varie fasi, così la nostra band si è modificata e ha trovato la sua essenza in questa formazione a tre – afferma entusiasta Sarah, voce potente e intensa del gruppo – È in questo modo che abbiamo trovato la formula giusta per creare il nuovo album, che ci rappresenta al meglio. Ogni canzone è stata pensata, scritta, arrangiata e musicata da noi tre insieme, senza nessuna eccezione. È la sintesi perfetta di ciò che siamo”.

Un album nuovo, fresco, con sonorità molto diverse dal precedentemente lavoro dei tre musicisti, Chimica Ormonale, composto da 8 canzoni in lingua inglese, per aprirsi anche a nuovi scenari internazionali e anticipato dal singolo Essence, brano dai suoni sofisticati e intensi, con la voce inconfondibile di Sarah che, pur così minuta, con la sua voce potrebbe superare la stratosfera, ma che qui riesce a modularla con estremo controllo ed eleganza:

Otto brani in cui sono udibili i maestri del passato, dai Led Zeppelin a Jeff Buckely, ma anche suoni aggiunti come l’indie rock e il jazz e l’utilizzo di nuovi strumenti, come archi e fiati; un brano si avvale anche dell’accompagnamento di parte della banda musicale di Castelforte (in cui il batterista Gianluca ha suonato per diversi anni).

“È senz’altro un album molto pensato e più ragionato, anche fuori dalla sala d’incisione – ha aggiunto Tyron D’Arienzo – in cui analizziamo e ricerchiamo la bellezza soprattutto nelle piccole cose, superando quell’alone di superficialità che appiattisce tutto intorno a noi”.

le metamorfosi (2) (Medium)“I temi che affrontiamo in Chrysalis rispecchiano proprio un modo diverso di vedere il mondo – aggiunge Sarah – Siamo circondati dalla bellezza, ma troppo spesso non ce ne rendiamo conto. E poi l’amore, nel senso più ampio del termine, e la fine che non deve essere vista come qualcosa di negativo ma anzi, essa contiene in sé già un nuovo inizio che porterà a qualcos’altro. È questo lo spirito che ci appartiene adesso”.

Nel frattempo, i ragazzi de Le Metamorfosi cominceranno il loro tour promozionale per il nuovo album. Sono otto le prime tappe che li vedono tra Lazio e Campania, prima di allontanarsi con nuove date:

27 febbraio – Museo del Sottosuolo di Napoli
5 marzo – Saletta, Centro delle Arti di Frosinone
12 marzo – Freedom Cafè di Coreno Ausonio
13 marzo – Jarmusch di Caserta
18 marzo – Terra dei Briganti di Castelforte, per suonare anche “in casa propria”
20 marzo – Le Mura a Roma
25 marzo – Bar Cicerone di Arpino
16 aprile –  Les Maudits a Valmontone

Nuovi suoni, più raffinati ma che non abbandonano l’anima rock di questa band che dal 2010 ha fatto già tantissime cose, impegnandosi in diversi progetti, sempre con risultati importanti, l’ultimo dei quali la vittoria al Lazio Wave Music Contest l’estate scorsa. Un periodo molto intenso che li ha visti aprire concerti di grandi artisti affermati, come quello di Carmen Consoli al Meeting del Mare, il tour Coast to Coast di Max Gazzè e l’esibizione in apertura al concerto dei Marlene Kuntz al Lazio Wave. “Sono state tutte esperienze intense ed estremamente arricchenti e stimolanti, soprattutto da un punto di vista professionale” ha aggiunto Gianluca.

Ultimo, ma non per ordine di importanza, l’arrivo in semifinale al Sanremo Giovani Contest, la competizione precedente al Festival di Sanremo per decretare gli artisti emergenti da far esibire sul palco dell’Ariston. Le Metamorfosi sono stati tra i 60 selezionati, su oltre 600 partecipanti, con la canzone Essence riscritta in italiano per l’occasione. Si sono dovuti fermare all’ultimo passaggio, non riuscendo ad essere selezionati per esibirsi in mondovisione durante la kermesse sanremese “ma è stata comunque una bella esperienza, del tutto inaspettata per noi, quindi ancora più bella”, commentano all’unisono i ragazzi.

le metamorfosi (5) (Medium)Per seguire questi artisti giovani ma così determinati, impegnati su più fronti, potete visitare la loro pagina Facebook, l’account ufficiale su Twitter e ovviamente il loro canale su YouTube e il loro sito metamorfosiband.com

In questo mercato saturo di voci sfornate a tavolino da talent tutti uguali, val bene la pena seguire chi, con tanto talento e dedizione, segue i propri sogni con impegno e serietà, senza lasciarsi contagiare da facili mode, restando fedeli a sé stessi e alla bella musica. Sono giovani, sono belli e sono bravi, cosa volere di più? Stay tuned!

Gisella Calabrese

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+