Minturno / Tartarughe, occasione sprecata (video)

Minturno / Tartarughe, occasione sprecata (video)

MINTURNO – Ancora una volta un’occasione sprecata per il turismo. Non sono stati ritrovati nè nidi di tartarughe nè resti di uova sulla spiaggia di Scauri. Nonostante foto e testimonianze inequivocabili ne indicassero la presenza le segnalazioni sono arrivate troppo tardi al Parco Riviera d’Ulisse.

Secondo la ricostruzione del responsabile Nicola Marrone che ha operato in collaborazione con il tecnico del centro recupero tartarughe marine “Stazione geologica Anton Dohrn” Gianluca Treglia, le tartarughe avevano deposto le uova a fine luglio. La “schiusa” sarebbe dovuta avvenire dunque ai primi di settembre. Le cose però sono andate diversamente e nessun esemplare appartenente alla specie “Caretta Caretta” è venuto alla luce.

Venerdì scorso, in un disperato tentativo di recuperare almeno qualche campione biologico i due esperti hanno cercato di trovare i resti dei gusci delle uova. Purtroppo la forte antropizzazione della spiaggia ed il non aver avvertito per tempo gli addetti ai lavori ha fatto si che la missione fallisse. Sotto uno scavo di circa mezzo metro per un’area di oltre 20 metri quadrati c’erano solo punte d’ombrellone in plastica e resti di falò ferragostani.

Un vero peccato perché nel Cilento, come spiega nei video Gianluca Treglia, la nidificazione delle tartarughe ha portato ad allungare la stagione turistica, con un ottimo indotto economico. Si spera ora che la scelta inconsueta di una località così a nord possa ripetersi anche il prossimo anno.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+