Fondi / La locale sezione ANPI “Pietro Ingrao” dice “no” ad una via intitolata a Giorgio Almirante

Attualità Fondi

FONDI  – “La sezione ANPI di Fondi ‘Pietro Ingrao’ dice no ad una via intitolata a Giorgio Almirante. Questa la nostra chiara posizione rispetto alla recente richiesta di dedicare una strada cittadina ad un personaggio che sempre rivendicò la sua coerenza con il regime di Benito Mussolini. Del resto Almirante, fondatore del Movimento Sociale Italiano, durante il ventennio fascista aderì al ‘Manifesto della Razza’; collaborò alla rivista di regime che teorizzò le politiche razziste e antisemite che significò la deportazione di migliaia di italiani nei lager nazista; partecipò alla Repubblica Sociale Italiana e nel 1944 firmò un bando che decretava la fucilazione dei partigiani” – queste le parole contenute in una nota a firma dell’Anpi di Fondi.

Ed aggiungono:  “Tanti, quindi, sono i motivi per condannare tale proposta proveniente dall’associazione locale ‘Il destriero’ . Realtà associativa che non risulta iscritta all’albo delle associazioni comunali e di cui non conosciamo quello che potrebbe essere il seguito tra la cittadinanza. Tenendo presente anche la proficua collaborazione che, come ANPI, abbiamo con l’amministrazione comunale nell’organizzazione delle commemorazioni per la Liberazione dal Nazifascismo, vista la mozione approvata dalla stessa per istituire la Giornata della Liberazione della città di Fondi, ci auguriamo che, come in passato, tale proposta non possa proprio giungere ad una discussione in sede consiliare. I nomi delle piazze e delle strade della città devono rappresentare persone che hanno pensato e vissuto per il bene pubblico e che incarnino i valori della nostra Costituzione nata dalla Resistenza”.