Elezioni / Confimpreseitalia: sei domande per i sei candidati a sindaco di Cassino, Alatri e Sora

Elezioni / Confimpreseitalia: sei domande per i sei candidati a sindaco di Cassino, Alatri e Sora

ROMA – Sei domande per i sei candidati a sindaco di Cassino, Alatri e Sora. Confimpreseitalia le ha inoltrate a chi si propone per governare dei Comuni importanti e strategici. Lo ha fatto senza guardare alle appartenenze politiche degli stessi. “Non ci interessano- si legge nel comunicato – ci interessa invece sapere quali sono le loro proposte concrete, fattibili e finanziabili sui problemi delle imprese, del commercio, dell’artigianato. Ci interessa conoscere quali progetti hanno per migliorare la viabilità e l’arredo urbano. Non siamo interessati a risposte tipo “non rientra nelle competenze del Comune”.

“Siamo sicuri – prosegue il presidente Guido D’Amico – che la levatura politica dei candidati a sindaco sia tale che è legittimo attendersi scatti che vadano al di là di un rigido copione. Le imprese sono in difficoltà, ma ci sono anche quelle che ‘resistono’. L’artigianato e il commercio devono fare i conti con un carico fiscale insopportabile. Uno studio della Cgia di Mestre certifica che dal 1998 ad oggi gli studi di settore hanno drenato più di 18 miliardi alle imprese. E che con le imposte oltre il 60% soltanto un negozio su due fa gli scontrini. Certamente sono dinamiche nazionali, ma chi governa un Comune non può girare la testa dall’altra parte.

Qualcosa si può fare, sul piano delle tasse locali e del contrasto ad una burocrazia padrona. Senza considerare che il rilancio dei centri storici, sempre annunciato e mai attuato, passa anche e soprattutto da misure che prendono i Comuni. Non soltanto con l’istituzione delle Ztl, ma pure, per esempio, con la riduzione dell’Imu sugli immobili commerciali. Vogliamo sapere come si intende sostenere il piccolo e medio commercio. Confimpreseitalia ha già detto più volte che si rende conto delle difficoltà del momento, anche e soprattutto degli enti locali, alle prese con la riduzione delle risorse. Al tempo stesso, però, non vogliamo che questo situazione possa diventare un “alibi” per non fare nulla. Naturalmente renderemo note le risposte dei candidati a sindaco. Ecco intanto i temi che abbiamo toccato nelle domande ai candidati a sindaco di Cassino, Sora e Alatri”.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+