Differenziata, Minturno Libera: “Il multimateriale va ritirato due volte a settimana”

Differenziata, Minturno Libera: “Il multimateriale va ritirato due volte a settimana”

MINTURNO – Torna a parlare della raccolta differenziata il movimento civico “Minturno Libera”. Questa svolta punta il dito sul ritiro del multimateriale, che dovrebbe avvenire due volte a settimana e per questo si richiede anche un confronto pubblico con l’amministrazione comunale.

“In precedenza – si legge nella nota – abbiamo spiegato cos’è il capitolato speciale d’appalto e sollevato le nostre perplessità in merito alla mancata attivazione delle isole ecologiche mobili e la mancata installazione dei contenitori per la differenziata sulle spiagge libere. Stavolta, invece, non ci tornano i conti con i giorni di raccolta, in particolare, per la frazione denominata “multimateriale”.

Per prima cosa, bisogna specificare che questa tipologia non era prevista nel Capitolato speciale d’appalto né tantomeno nel contratto sottoscritto tra Ente e Ditta il 21 novembre 2017 (lo potete scaricare qui: http://www.osservatoriorifiutiprovincialatina.it/gestionalerifiuti/repository/18-04-19_0-53-03_9391.pdf ) ma nasce dall’accorpamento di due frazioni differenti: imballaggi misti e plastica.

E proprio qui sorge l’inghippo. Infatti, mentre nel documento era previsto almeno (perché il capitolato prevede il servizio minimo da garantire) un giorno di raccolta per ognuna delle due tipologie sopramenzionate (artt. 4546), il calendario attualmente in vigore ne prevede uno solo per entrambi, ossia il multimateriale.

Ciò determina che il computo complessivo dei giorni di raccolta a carico della Ditta è stato ridotto da 7 giorni a settimana (3 frazione umida organica, 1 carta, 1 imballaggi misti, 1 plastica, 1 secco residuo) agli attuali 6, con ovvie ripercussioni sugli utenti per quanto concerne soprattutto la plastica che abbonda.

Tra l’altro, proprio per la plastica, i cittadini continuano a lamentare l’insufficienza dell’unico giorno di raccolta settimanale e, sui social, l’Assessore D’Acunto continua a replicare (vedasi screen) che è previsto un solo giorno e che il calendario non può essere modificato.

Anzi, in passato, era stato asserito che, se venisse aggiunto, questo sarebbe un servizio aggiuntivo e, quindi, un aggravio di costo da spalmare sui contribuenti. Alla luce di quanto esposto, chiediamo all’Assessore di rivalutare queste sue affermazioni e di riprogrammare il calendario. Anzi, a tal proposito gli chiediamo: chi ha concordato il calendario con la Ditta accettandolo così com’è? Siamo sicuri che questo sia vincolante?

Secondo il nostro parere, sono molto più vincolanti i termini previsti nel Capitolato di cui Comune e Ditta ne hanno firmato il pieno e incondizionato rispetto. Inoltre, questa ci appare una modifica postuma sostanziale del contratto per niente ininfluente e, quindi, non congrua a quanto previsto dall’art. 106 del “Codice dei contratti pubblici”.

Alla luce dei fatti, chiediamo all’Amministrazione, ove possibile, di applicare le penalità previste dall’art. 13 del capitolato stesso, producendo un bel risparmio per le tasche dei cittadini (tanto a cuore ai nostri amministratori) in quanto, secondo i nostri calcoli, si abbatterebbero quasi del tutto i costi della TARI 2020.

Ma non è il solo riscontro positivo. Aggiungendo il secondo giorno di raccolta per il multimateriale, ne beneficerebbe sia la cittadinanza in termini di servizio, sia il territorio in termini occupazionali, in quanto l’azienda sarebbe costretta ad assumere ulteriore personale o ad aumentare le ore di quello eventualmente assunto a tempo parziale.

Date le considerazioni appena fatte, continuiamo a chiedere un dibattito pubblico sull’argomento con la presenza dei giornalisti e, possibilmente in diretta video, documenti alla mano, per spiegare ai cittadini la differenza tra cosa stanno pagando e cosa stanno ricevendo.

Intanto, siamo sicuri che, preciso per come lo conosciamo, l’Assessore si accerterà della bontà (o meno) di queste nostre informazioni e provvederà in prima persona a far notare alla Ditta le eventuali difformità in merito.

In ultimo, ci siamo permessi di stilare il seguente calendario, alla luce delle sopramenzionate variazioni: lunedì multimateriale e secco residuo, martedì organico, mercoledì carta, giovedì organico, venerdì multimateriale, sabato organico”.

 

CALENDARIO RACCOLTA “MINTURNO LIBERA”
LUNEDI’Multimateriale/ secco residuo
MARTEDI’organico
MERCOLEDI’carta
GIOVEDI’organico
VENERDI’multimateriale
SABATOorganico

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+