Minturno / Impianti sportivi, Stefanelli presenta una mozione in consiglio comunale

Minturno / Impianti sportivi, Stefanelli presenta una mozione in consiglio comunale

MINTURNO – Il consigliere comunale del Partito Democratico, Gerardo Stefanelli, ha presentato una mozione per essere inserita all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale. Il documento riguarda gli impianti sportivi e la loro fruizione anche in chiave scolastica.

L’esponente propone di stipulare dei protocolli d’intesa per “garantire alle associazioni impegnate nello sport l’utilizzo delle strutture comunali ad un prezzo calmierato o gratuitamente, nei casi di iniziative ed attività che non hanno scopo di lucro”.

E ancora, “consentire ai suddetti Istituti scolastici di integrare l’offerta formativa attraverso l’organizzazione di corsi extracurriculari o di altre iniziative a carattere sportivo, avvalendosi del personale qualificato messo a disposizione gratuitamente dalle società aderenti ai protocolli di intesa”, e infine “consentire ad un numero determinato di famiglie indigenti, indicate dall’Ufficio Servizi Sociali del Comune, di iscrivere gratuitamente i propri figli ai corsi a pagamento organizzati, nel corso della stagione agonistica, dalle società sportive”.

Stefanelli propone anche di inserire nel prossimo bilancio di previsione un idoneo stanziamento economico “allo scopo di consentire di integrare il servizio di trasporto scolastico, finalizzato a garantire l’utilizzo delle strutture comunali da parte degli alunni di quei plessi scolastici che non sono dotati di ambienti idonei alla pratica sportiva”.

Di seguito il testo completo della mozione.

MOZIONE

Il Consiglio Comunale  

considerato che  

–         il Comune di Minturno  è proprietario di diverse strutture sportive nel territorio comunale, tra le quali la Tensostruttura ed il Palasport C. Borrelli di Scauri, il Campo sportivo Caracciolo Carafa-R. Conte di Minturno, il Campo sportivo Pirae di Scauri;

–        ogni anno è necessario provvedere alla manutenzione ordinaria dei predetti impianti oltre che al pagamento delle utenze per i servizi essenziali correlati al corretto funzionamento degli stessi;

–        l’Ente ha previsto, per la fruizione  di tali strutture, il pagamento di un canone di utilizzo che tenga conto dei costi necessari alla manutenzione ordinaria ed al pagamento delle utenze;

–        esistono nel comprensorio comunale delle realtà sportive consolidate, che dovranno affrontare nella stagione agonistica 2015-2016 dei campionati di livello nazionale (Basket Scauri – serie B maschile, Pallavolo Minturno – serie B2 femminile) e regionale (ASD Minturno Marina – calcio) con notevole impegno economico;

–        in questi giorni tali società stanno programmando la futura stagione sportiva ed hanno necessità di avere certezze circa l’utilizzo degli impianti comunali ed i relativi costi di gestione da sostenere;

–        nonostante l’alta valenza sociale delle attività promosse dalle menzionate associazioni sportive e dagli altri club operanti in città, il Comune di Minturno non può erogare contributi economici per sostenere in modo diretto le loro attività;

–        l’Ente non può concedere gratuitamente l’utilizzo degli impianti sportivi comunali,  onde evitare la concreta creazione di un danno erariale;

–        nell’anno 2014 il Comune non ha incassato nulla dall’utilizzo delle strutture da parte delle società sportive cittadine (in base ai dati estrapolati dal conto consuntivo 2014), a fronte di un costo complessivo di gestione delle stesse pari a 68 mila euro circa ;

–        è necessario individuare una formula che consenta alle varie società sportive di avere certezze sulla disponibilità degli impianti  e sui costi da sostenere per il loro utilizzo, prevedendo un canone calmierato per lo svolgimento di quelle attività che portano profitti alle associazioni sportive, fermo restando l’utilizzo gratuito per quelle iniziative che non hanno scopo di lucro;

–         contemporaneamente è obbligatorio prevedere delle forme indirette di ristoro per il Comune a fronte dell’uso “agevolato” e a scopo sociale dei beni comunali;

–        il Comune di Minturno ha necessità di assicurare a tutti gli studenti delle scuole di competenza comunale (dell’infanzia, primaria, secondaria di primo grado), lo svolgimento di attività motoria in ambienti idonei, considerato che non tutti i plessi scolastici sono dotati di strutture adeguate ed abilitate allo svolgimento di attività sportive;

–        gli Istituti Comprensivi Minturno e Scauri organizzano dei corsi extracurriculari per  integrare l’offerta formativa scolastica;

–        il Comune si prefigge di potenziare l’offerta formativa a favore degli alunni della città, nonché di diffondere la pratica sportiva come stile di vita sano e tendente alla socializzazione tra i cittadini stessi;

–        è interesse comune poter rafforzare il rapporto tra la cittadinanza e le realtà sportive operanti nel territorio;

–        le società impegnate nello sport potrebbero mettere a disposizione degli istituti scolastici, gratuitamente, il loro personale qualificato per lo svolgimento di corsi extracurriculari o per affiancare i docenti nelle ore dedicate alle attività sportive o ludiche; 

Tutto ciò considerato e premesso,

 Il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta a

1)    prendere contatti con le principali società sportive operanti nel territorio comunale e con i Dirigenti degli Istituti Comprensivi Minturno e Scauri, al fine di stipulare dei protocolli d’intesa finalizzati a: 

  1. a)   garantire alle associazioni impegnate nello sport l’utilizzo delle strutture comunali ad un prezzo calmierato o gratuitamente, nei casi di iniziative ed attività che non hanno scopo di lucro;
  2. b)   consentire ai suddetti Istituti scolastici di integrare l’offerta formativa attraverso l’organizzazione di  corsi extracurriculari o di altre iniziative a carattere sportivo, avvalendosi del personale qualificato messo a disposizione gratuitamente dalle società  aderenti ai protocolli di intesa;
  3. c)    consentire ad un numero determinato di famiglie indigenti, indicate dall’Ufficio Servizi Sociali del Comune, di iscrivere gratuitamente i propri figli ai corsi a pagamento organizzati, nel corso della stagione agonistica, dalle società sportive;

2)    prevedere un idoneo stanziamento economico nel redigendo Bilancio 2015, allo scopo di consentire di integrare il servizio di trasporto scolastico, finalizzato a garantire l’utilizzo delle strutture comunali da parte degli alunni di quei plessi scolastici che non sono dotati di ambienti idonei alla pratica sportiva.

 

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+