Formia / Omicidio Piccolino, “Shine on” crazy Mario

Formia / Omicidio Piccolino, “Shine on” crazy Mario

Mario Piccolino
Mario Piccolino

FORMIA – Shine on you crazy diamond. Shine on. A meno di 24 ore dall’omicidio di Mario Piccolino si susseguono i ricordi ed i quadretti sui trascorsi dell’avvocato, molti purtroppo abbastanza fantasiosi. Ma chi era poi Mario Piccolino?

Nuotava nella sinistra Formiana, quella cresciuta a Piazza Vittoria negli anni sessanta e settanta e poi insediatasi al timone del comune negli anni novanta. Ma amava proclamare forte la sua profonda anarchia. Ed a chi lo rimproverava per certe sue provocazioni, non perdeva occasione per manifestarlo.

Principe del foro, fine pittore, si era fatto strada all’interno del foro di Latina, soprattutto nel settore penale. Poi una lunga malattia lo aveva fermato. “Il mostro“, come lo chiamava lui, lo aveva costretto in ospedale per molto tempo. Durante quel periodo la famiglia, con la quale c’erano sempre stati dissidi, si era allontanata, andando ad abitare in Toscana. Separazione mai digerita. Uscito dalla malattia aveva cercato di ricomporre più volte, a suo modo, i rapporti familiari.

Da lupo solitario si era avvicinato al mondo dell’informazione. Nel 2005 comincia a scrivere sul portale Telefree.it contribuendo al successo del primo blog d’informazione del Sud Pontino. Si unisce ad altri blogger conosciuti in rete nella battaglia contro l’arrivo nella discarica di Penitro degli “Inerti” di Bagnoli, aderendo al comitato civico di tutela ambientale, presieduto da Renato Marchese. Ormai la professione forense è sempre più lontana.

Si impegna a favore dei bambini più sfortunati, frequentando i padiglioni ospedalieri insieme ai volontari dell’Avo. Nasce qui il travestimento da “Mago“. Con il naso da clown si fa immortalare un po’ dappertutto, compreso anche il laghetto di Penitro.
mago piccolino
Alcuni dissidi lo portano poi a cercare una propria strada. Asserragliato nel suo studio di Via della Conca, con l’aiuto di Ismar, fedele segretaria, e del webmaster Claudio, fonda freevillage.it . Il sodalizio rimarrà in piedi fino alla fine. Diventa autore di informazione “estrema”, spesso attaccando direttamente personaggi politici in modo dotto ma pungente. Abbandona gli steccati, condividendo, a volte, anche le opinioni di politici di centro destra.

Negli ultimi anni però si schiera di nuovo a sinistra. Condivide molte scelte operate dall’amministrazione comunale del sindaco Sandro Bartolomeo, amico fraterno. E non perde occasione per ribadirlo attraverso i suoi post.

Molti i suoi post controversi. Centinaia di righe per soffermarsi più volte sulla parabola politica del senatore Michele Forte, non lesinando attacchi al figlio Aldo. Casi di cronaca, come l’omicidio Franchini, fino a sconfinare nella criminalità organizzata. In un procedimento penale, che proprio in settimana doveva vedere una nuova udienza, Mario Piccolino si è dichiarato vittima di un’aggressione a mano armata. Per l’accusa, sostenuta dal pm Giuseppe Miliano, Piccolino avrebbe ricevuto un crick in testa da Angelo Bardellino, riportando gravi ferite.

Ma a quell’udienza Piccolino non parteciperà, lasciando aperti molti interrogativi.

Shine on.

Antonello Fronzuto

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+