Formia / Viabilità, il “Comitato per l’Incolumità stradale” solleva le questioni “ponte Tallini” e “Pedemontana”

Attualità Cronaca Formia

FORMIA – Viabilità e sicurezza stradale sono stati i temi al centro dell’incontro avvenuto, nei giorni scorsi, tra i rappresentanti del “Comitato per l’Incolumità Stradale degli Abitanti di Formia (Cisaf)” – Gaetano Quercia e Gaetano Merenna  – ed il Commissario prefettizio del Comune la Dott.essa Silvana Tizzano, coadiuvata dalle Sud-Commissarie – Dott.essa Pena e Dott.essa Nasti – nonchè il Segretario generale del Comune, l’Avv. Alessandro Izzi. 

L’occasione si è aperta alla trattazione di tante specificità legate al tema, come la Pedemontana, le criticità di alcuni viadotti cittadini, la situazione del Ponte Tallini, e proprio in merito alla compagine generale dell’argomento, la Commissaria Tizzano ha rassicurato i due esponenti che “nonostante le croniche difficoltà di quasi tutti gli Enti locali in tema di bilancio – come riferisce una nota a margine del Cisaf –   ha positivamente assicurato che nel corrente esercizio finanziario sono previsti stanziamenti per interessanti e specifici interventi migliorativi per la viabilità“. Una decisione questa che era già stata resa nota qualche settimana fa durante la prima conferenza stampa della Dott.essa Tizzano, a seguito dell’approvazione del documento di Bilancio. 

Sono “rassicuranti segnali d’attenzione”, dunque, quelli colti dai vertici del “Comitato per l’Incolumità stradale degli abitanti di Formia” perchè “amministrativamente – spiegano Quercia e Merenna –  a breve sarà reiterata al Ministero delle Infrastrutture la richiesta degli indispensabili finanziamenti e sia perché, pur nella prioritaria e imprescindibile necessità di salvaguardare la pubblica incolumità, sarà tecnicamente valutata ogni più opportuna soluzione tesa al ricongiungimento del centro cittadino con il porto”.

Insomma questi i contorni di un confronto ritenuto necessario soprattutto guardando all’estate che si preannuncia foriera di problemi di traffico dal momento che la città di Formia è “obbligata cerniera viaria tra Campania, Abruzzo e tutto il comprensorio Sud Pontino”; ma non è mancato anche lo spazio riservato alla “Pedemontana”. 

Sulla questione Pedemontana –  dichiarano Quercia e Merenna –  massima attenzione è stata riservata alle questioni sollevate da questo Comitato sia per quanto attinente alle fonti di finanziamento, a partire dai finanziamenti europei del Recovery Fund, sia per quanto riguarda gli aspetti progettuali di competenza Anas. A tal riguardo con puntuale rigore metodologico, non disgiunto dagli oggettivi limiti temporali e amministrativi derivanti dall’ordinaria gestione, la dr.essa Tizzano si è riservata di rapportarsi proceduralmente con gli uffici interessati e di aggiornarci sugli auspicabili progressi che si spera possano essere conseguiti”.