Coronavirus, beccati in giro anziché restare a casa: 16 denunciati

Coronavirus, beccati in giro anziché restare a casa: 16 denunciati

LATINA – Durante la giornata odierna, nell’ambito di specifica attività di controllo del territorio, finalizzata al rispetto dell’osservanza delle prescrizioni imposte dal recente decreto D.p.c.m. in materia di “contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”, i carabinieri del comando provinciale di Latina, coordinati dal colonnello Gabriele Vitagliano, hanno deferito all’autorità giudiziaria in stato di libertà 16 persone.

Formia: il 17 marzo 2020, nell’ambito del territorio della compagnia carabinieri di Formia, i militari deferivano in stato di libertà cinque persone intercettate e controllate dalle pattuglie dell’arma, a bordo delle proprie autovetture, che all’atto del controllo non sapevano fornire elementi giustificativi della loro presenza in loco, di fatto violando il D.p.c.m. datato 09.03.2020 recante disposizioni in materia di “contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”.

Lenola: il 17 marzo 2020, a Lenola, i militari dell’arma del luogo deferivano in stato di libertà una donna 59enne, sorpresa in via Mola di Santa Maria, senza giustificato motivo, in violazione alle prescrizioni relative allo spostamento delle persone fisiche sul territorio nazionale.

Latina: il 17 marzo 2020, a Latina, i militari dipendenti della locale compagnia, nell’ambito dei servizi di controllo alla circolazione stradale, deferivano in stato di libertà dieci persone, di cui anche uno straniero, che sulla pubblica via, a seguito di controllo, risultavano aver violato le prescrizioni di cui ai D.p.c.m. del 9 e 11 marzo 2020 volte a contenere il contagio dal Covid-19.

Inoltre, nella serata del 17 marzo 2020, alle ore 21.00 circa, sempre in latina, i militari del nor sezione radiomobile, traevano arresto in flagranza reato, un 42enne, poiché sebbene sottoposto al regime degli arresti domiciliari, si allontanava dal proprio domicilio senza giustificato motivo. Il medesimo veniva deferito anche per la violazione alle prescrizioni di cui ai Dpcm del 09 e 11 marzo 2020 volte a contenere il contagio dal Covid-19.

Maenza: il 18 marzo 2020, i militari dell’arma del luogo deferivano in stato di libertà un 27enne, sorpreso in piazza Santa Reparata, senza giustificato motivo, in violazione alle prescrizioni relative allo spostamento delle persone fisiche sul territorio nazionale.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+