Cassino ospita i campionati italiani di marcia

Cassino ospita i campionati italiani di marcia

CASSINO – La grande atletica torna a Cassino e domenica 24 marzo per la quinta volta le strade della città martire, impegnata in questi giorni a ricordare il 75° anniversario della sua devastante distruzione, ospiteranno i campionati italiani di marcia con l’assegnazione dei titoli nazionali della 20 km senior e promesse. Si preannuncia un probante e qualificato test in vista dell’incontro internazionale di Podebrady nella Repubblica Ceca (il 6 aprile), della la Coppa Europa di Alytus in Lituania (il 19 maggio) e soprattutto dell’appuntamento più importante dell’anno, i Mondiali di Doha in Qatar in programma dal 27 settembre al 6 ottobre.

L’intera marcia italiana si darà a Cassino perché si svolgeranno anche la seconda prova dei Societari di marcia e diverse competizioni riservate alle categorie juniores, gli allievi e i cadetti sotto l’attenta organizzazione del Cus Cassino pronta ad assegnare, nell’ambito della prova femminile tricolore della 20 chilometri, il memorial “Anna Rita Sidoti” l’indimenticabile campionessa del mondo dei 10.000 metri di marcia ai mondiali di Atene nel 1997. 227 saranno i partecipanti, di cui 33 uomini e 21 donne per la 20 km senior e promesse. Gli juniores saranno impegnati sulla distanza dei 15 km (uomini) e 10 km (donne). La 10 km attende anche allievi e allieve per i Campionato italiani societari di categoria mentre i cadetti si cimenteranno sui 6 km (gli uomini) e sui 6 km per quanto riguarda le donne. La start list si preannuncia molto qualificata nonostante l’assenza del campione tricolore uscente, il bronzo dei Mondiali a squadre di Taicang 2018 Massimo Stano (Fiamme Oro). Sono tanti e diversi i pretendenti a succedergli nell’albo d’oro sulla prova, la più significativa del programma, della 20 chilometri. Due su tutti, i vincitori delle ultime due edizioni di Cassino, Federico Tontodonati (Aeronautica), che trionfò nel 2016, e Francesco Fortunato (Fiamme Gialle) nel 2017, già tricolore quest’anno agli Assoluti indoor di Ancona dove ha conquistato il quarto titolo consecutivo nei 5000 al coperto.

Non è da meno per i favoriti al tricolore 2019 il bronzo dei Mondiali di Berlino 2009 e argento a squadre di Taicang Giorgio Rubino (Fiamme Gialle) e l’altro finanziere Gianluca Picchiottino, secondo alla rassegna tricolore della 10 km a Pescara nello scorso settembre. Al via anche i cinquantisti azzurri Andrea Agrusti (Fiamme Gialle) e Michele Antonelli (Aeronautica), quest’ultimo fresco campione italiano della 50 km a San Giorgio di Gioiosa Marea a fine gennaio, in gara soltanto per un test sui ritmi della distanza più lunga. In campo femminile la gara di Cassino sarà “orfana” del bronzo mondiale ed europeo Antonella Palmisano (Fiamme Gialle), che tornerà in gara il 28 aprile a Roma su pista sui10.000 metri, e la primatista italiana Eleonora Giorgi (Fiamme Azzurre) e la campionessa in carica Valentina Trapletti (Esercito). Potrebbe ottenere il titolo nazionale 2019 la vicecampionessa nazionale dei 3000 indoor Eleonora Dominici (Acsi Italia), seconda lo scorso anno a Caracalla e domenica a Cassino considerata la più accreditata per salire sul gradino più alto del podio.

Nella categoria “Promesse” sono “attenzionate” dai tecnici federali la tricolore indoor Lidia Barcella (Bracco Milano) ma anche Annalisa Russo (Gs Valsugana Trentino), Beatrice Foresti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e Anthea Mirabello (Cus Cassino). La favorita principale per conquistare la rassegna tricolore di categoria resta comunque Andrada Lavinia Lacatus (Pbm Bovisio Masciago) dopo i titoli ottenuti nel 2018 nella 10 km e nei 3000 indoor di Ancona. Nella categoria Allieve e Cadette i pronistici sono tutti per Martina Casiraghi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e Giada Traina (Atl. Livorno), reduce da una stagione trionfale, l’ultima, quando ha vinto sia il trofeo nazionale di Caracalla che i campionato nazionali svolti a Rieti. Nella categoria “Promesse” tra gli uomini potrebbe riproporsi il duello che ha infiammato l’attività al coperto ad Ancona nei 5000 metri tra il tricolore Giacomo Brandi (Sport Atletica Fermo) e il vincitore della 20 km ai “societari” di San Giorgio, Ettore Grillo (Atletica Firenze Marathon). Nella categoria juniores favoriti il campione italiano della 20 km Riccardo Orsoni (Cus Parma), bravo a confermarsi in Sicilia sulle strade di Anna Rita Sidoti, e l’argento europeo allievi dei 10.000 metri Aldo Andrei (Gs Valsugana Trentino).

La marcia giovanile in Italia è in crescita e pronosticabili per il titolo tricolore Under 18 sono Daniele Breda (Sporting Club Alzano) e i pugliesi Pietro Pio Notaristefano (Atl. Don Milani) e l’ex cadetto tricolore Nicola Lomuscio (Amatori Atl. Acquaviva) mentre nella categoria Under 16 gode del pronostico per la vittoria finale Diego Giampaolo (Fiamme Gialle Simoni), autore della migliore prestazione italiana dei 3000 indoor.

Saverio Forte

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+