Formia / Giornata della Memoria 2016, Forza Nuova onorerà i caduti in guerra formiani e tedeschi

Formia / Giornata della Memoria 2016, Forza Nuova onorerà i caduti in guerra formiani e tedeschi

FORMIA – Il gruppo Forza Nuova SudPontino ha emanato un comunicato stampa relativo alla “Giornata Internazionale della Memoria” che si terrà mercoledì 27 gennaio 2016:

“E’ ora di rompere questo vergognoso silenzio che da oltre mezzo secolo regna su milioni di morti relegati nell’oblio e segregati negli scrigni della memoria dalla “ragion di stato”! Con l’ignobile obiettivo di coprire e insabbiare i molteplici crimini commessi dalla barbarie comunista da una parte e dall’usurpatore americano dall’altra (in stretta collaborazione con partigiani e voltagabbana della peggior specie), centinaia di milioni sono gli scheletri nascosti nei ripostigli e negli armadi della coscienza di tali individui, scheletri i cui fantasmi continuano ad essere oltraggiati, profanati e vilipesi da una storiografia unilaterale e faziosa sempre tesa a screditarne il ricordo.

A Formia come nella vicina Ciociaria, nel “triangolo rosso” come in Sicilia, ad Anzio come a Trieste, bestiali furono le esecuzioni sommarie ai danni di preti, donne e bambini: Gorla (Mi), 180 scolari trucidati dagli americani; linea Gustav e battaglia di Cassino primavera del ’44, oltre 60 mila fra donne e bambini di età compresa tra gli 8 e i 70 anni, seviziati,stuprati e brutalmente martoriati dalle truppe ausiliarie marocchine al soldo del col. Francese Juin; spezzonamenti incendiari americani e bombe temporizzate su tutto il territorio nazionale. E ancora 60 mila patrioti sterminati dai sovietici nei loro campi di prigionia; gli oltre 50 mila italiani massacrati nelle foibe; piazzale Loreto e la mattanza antifascista dal dopoguerra ad oggi!

Ma ancora via Rasella e tutti gli agguati dinamitardi compiuti contro il nostro esercito e la nostra popolazione da presunti resistenti etc. L’elenco è lunghissimo certo, ma la memoria è corta, cortissima. Nessuno ha mai risarcito le famiglie di tali vittime mentre i partigiani di Tito continuano a percepire la pensione italiana! Orrendi crimini, sempre per non dimenticare, furono commessi però, non solo in Italia.

Basti pensare al bombardamento alleato di Dresda (14 febbraio ’44,in cui morirono 400 mila civili); il corridoio polacco; Hiroshima e Nagasaki(oltre 300 mila le vittime) e poi l’invasione americana di Panama, le innumerevoli guerre promosse dai bracconieri dell’oro nero e ancora in corso in Medioriente; l’olocausto Palestinese perpetrato dai sionisti che continuano a speculare sull’industria della Shoah per assolvere i loro eccidi; le riforme agrarie di Mao che costarono la vita a 80 milioni di contadini cinesi; i gulag di Stalin (100 milioni di morti); Praga, Budapest e paesi dell’est, per non parlare delle pulizie politiche di Guevara e Castro.

Sia chiaro non potrà mai esservi pace senza giustizia!

Forza Nuova, in occasione della Giornata della Memoria, onorerà i caduti che mai cambiarono casacca passando da una trincea all’altra, abbrunando la bandiera in memoria dei formiani Giulio Pinacci (ucciso in un campo di prigioni inglese in India) e Vincenzo Nardella (caduto in Russia) presso il cimitero di Castagneto e, idealmente, tutti i caduti tedeschi della R.S.I., commemorandone lo spirito con la speranza quindi che tutte le vittime di guerra vengano riesumate dalle segrete della Storia”.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+