Formia / “Spiagge e fondali puliti”, appuntamento con Legambiente Sud Pontino al porticciolo Caposele

Ambiente Attualità Cronaca Formia Scuola

FORMIA –  “Spiagge e fondali puliti”, domenica 23 maggio, farà tappa a Formia sul luogo del ritrovamento dei dischetti di plastica sfuggiti ai depuratori.  Ad annunciarlo è “Legambiente Sud Pontino” che dà appuntamento per la tappa conclusvia a centinaia di volontari che saranno supportati da un gruppo di ben dieci subacquei in azione sui fondali e decini di associazioni che si aggregheranno all’inziativa.

“Internazionalmente nota come Clean Up the  Med –  spiega una nota di Legambiente Sud Pontino che annuncia l’evento –  impegna ogni anno, nel mese di maggio, migliaia di volontari che affollano le spiagge di mezza Europa e del continente africano che si affacciano sul Mediterraneo intenti a rimuovere rifiuti abbandonati. Infatti, domenica prossima alle 9,30 presso il porticciolo Caposele a Formia si daranno appuntamento volontari di diverse associazioni, organizzazioni di categoria e rappresentanti delle istituzioni pubbliche preposte alla qualità e salvaguardia dell’ambiente, tra esse la Guardia Costiera e il Parco Riviera di Ulisse. Promuove l ‘iniziativa Legambiente Circolo Sud Pontino e aderiscono il Progetto Policoro della Arcidiocesi di Gaeta, l’Istituto Bruno Tallini ad Indirizzo Ambientale di Formia, la Lega Navale Italiana di Formia, il Circolo Nautico Caposele, l’Associazione Vivere il Mare di Formia, il Circolo Nautico  Velaviva di Formia. Tra le associazioni di categoria Assonautica, CNA Balneatori. Collabora Royal Nautica e Formia Rifiuti Zero”.
“L’iniziativa – si legge in conclusione –  è patrocinata dal comune di Formia. Si svolgerà in tre fasi. La prima a terra con la rimozione di rifiuti tra le scogliere e nell’area portuale, la seconda in mare dove un gruppo di dieci sommozzatori provvederà a ripulire il fondale ripresi in diretta dalla telecamera di un  ROV e una terza, conclusiva, che vedrà la partecipazione di piccole imbarcazioni della Lega Navale che incroceranno nelle vicinanze delle operazioni subacquee. Unità della Guardia Costiera saranno presenti durante tutta la durata della iniziativa facilmente visibile anche da terra”