Coronavirus, apre domani il reparto di Malattie infettive all’Ospedale Di Liegro di Gaeta

Coronavirus, apre domani il reparto di Malattie infettive all’Ospedale Di Liegro di Gaeta

GAETA – Il mancato ripristino di un ascensore speciale per il trasferimento delle barelle ha provocato il rinvio di un solo giorno dell’apertura del riattivato reparto di Malattie infettive al secondo piano dell’ospedale “Monsignor Luigi Di Liegro” di Gaeta. Le prove generali per il riutilizzo – inimmaginabile sino a due settimane fa – dell’ala dell’ospedale attigua alla divisione di infettivologia sono state fatte nel corso di un briefing cui hanno partecipato questa mattina il direttore sanitario dell’Asl pontina Giuseppe Visconti, il responsabile del distretto sanitario 5 Antonio Graziano, il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano e i dirigenti del Pronto soccorso del “Dono Svizzero” di Formia Paolo Nucera e della stessa infettivologia di Gaeta Amato La Mura.

Sarà quest’ultimo a coordinare la gestione operativa di un reparto che la stessa Asl aveva chiuso qualche anni fa nell’ambito delle politiche regionali per il rientro dal deficit della spesa sanitaria e per la concomitanza presenza presso l’ospedale di Formia della che accoglierà da martedì i primi quattro pazienti positivi al coronavirus che, in una fase sub acuta e dunque prossima alla “negativizzazione” del contagio, lasceranno il congestionato ospedale “Dono Svizzero” dove attualmente di trovano. In totale il Di Liegro ospiterà 12 pazienti.

L’incontro odierno è servito anche per presentare la squadra medica e infermieristica allestita in tempi da record per questo reparto, composta per lo più da professionalità interne alla stessa Asl pontina. Si tratta di medici (infettivologi ma anche diabetologici e altri specialisti) in servizio negli ospedali di Formia, Gaeta e Latina – tra questi i dottori Francesco Purificato, Francesco De Meo, Maria Burricco, Vincenzo Esposito, Pietro Gammardella e Paola Scognamiglio – e provenienti dalla vicina Campania.

Da Napoli arrivano sei giovani infermieri professionali che, affiancando altrettanti colleghi residenti nei centri del Golfo, stanno avendo la possibilità il loro primo contratto di lavoro… Nell’era del Covid 19.

Saverio Forte

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+