Formia / Successo per il convegno “Smart Gulf Zone. Riviera Mitica”

Formia / Successo per il convegno “Smart Gulf Zone. Riviera Mitica”

FORMIA – “Smart Gulf zone. Riviera Mitica” è stato questo è il titolo del progetto che, avendo la pretesa di coinvolgere l’unione di un cospicuo numero di Comuni del sud pontino, intende costituire un brand unico e attrarre capitali. E’ stato presentato dalla società “Ralian Research&Consultancy” in occasione di un interessante ed innovativo convegno che, dedicato all’impresa culturale e creativa ed all’”Orange Economy” , è stato organizzato dalla stessa “Ralian” e dal Polo culturale Caieta presso la Sala Ribaud con il patrocinio del Comune di Formia.

Il progetto, illustrato da Roberto Valentino, avvocato, esperto in DirittoTributario nonché “Founder e Senior Expert Manager” della “Ralian esearch&Consultancysrl”, è già stato sottoposto all’attenzione di investitori internazionali che hanno mostrato interesse per la portata innovativa e per la qualità delle proposte. Quello della sala Ribadu è stato un qualificato momento di confronto tra enti, istituzioni e associazioni locali che hanno dialogato sul tema dell’impresa culturale e creativa, settore strategico per il rilancio dell’economia nel territorio del sud pontino, ma non solo. Al tavolo di lavoro, composto da rappresentanti di istituti di formazione europea, organismi internazionali, docenti universitari, dirigenti della Regione Lazio ed esponenti della Città del Vaticano, sono giunti gli auguri e i saluti delle massime istituzioni europee: tra questi Ursula von derLeyen, la neo presidente della Commissione europea e David Sassoli, Presidente del Parlamento europeo. Importanti, poi, sono stati i contributi dei relatori.

Ad aprire il Convegno, moderato da Paola Colarullo, è stata l’Amministratore delegato di “Ralian” Valentina di Milla che ha definito l’impresa culturale e creativa “resiliente”, generatrice di benessere e crescita sociale; a seguire Maurizio D’Amico, avvocato e membro dell’Executive Board di Femoza che ha illustrato esempi concreti di Zone Economiche Speciali “Culturali e Creative” (attraverso agevolazioni fiscali, amministrative e infrastrutturali sono considerate idonee a incentivare lo sviluppo dell’”Orange Economy”); Mons. Jean Marie Gervais, il Prefetto coadiutore del Capitolo Vaticano e presidente dell’Associazione “Tota Pulchra” che ha concentrato il suo intervento sull’importanza del capitale umano unico fattore a disposizione su cui investire.

Particolarmente significativi anche i contributi dei rappresentanti della fondazione “Collegio Europeo” di Parma, Marco Baldassari e Fausto Capelli. Il primo, direttore scientifico del Collegio Europeo, si è soffermato sui temi dell’educazione, della sussidiarietà, della crescita intelligente, affermando come l’impresa culturale europea corrisponda al 3% del Pil italiano. Il professor Capelli, docente di diritto dell’Unione Europea, presso lo stesso Collegio e l’Università di Parma, ha sottolineato invece i temi dell’etica e della legalità, pilastri della democrazia, l’unico sistema che abbatte le disuguaglianze e stimola lo sviluppo delle potenzialità umane.

I dirigenti della Regione Lazio, Andrea Fusco e Paolo Giuntarelli, rispettivamente dei settori Lavoro e Istruzione, hanno sottolineato inoltre l’impegno della Regione a sostegno dell’istruzione e della formazione, nonché sulla creatività, puntando l’accento sul turismo come settore trainante dell’impresa culturale. Giuntarelli, in particolare, ha mostrato vivo apprezzamento nei confronti del Polo culturale “Caieta”, rappresentato dalla sua fondatrice Milena Mannucci, definito dal dirigente regionale esempio di imprenditoria “creativa”, completamente autofinanziato, volto alla riduzione delle disuguaglianze sociali. Sul tema del turismo si è incentrato anche l’intervento di Carmen Bizzarri, docente di Geografia e turismo inclusivo all’Università Europea di Roma, che ha acceso i riflettori sulla nuova frontiera dell’industria digitale, sui videogiochi, nuove forme di sviluppo economico.

Simona Ricci, funzionario del Ministero per i beni e le attività culturali, si è soffermata sul valore economico del settore cinematografico e audiovisivo, volano di promozione turistica e oggetto di importanti agevolazioni fiscali. Nutrita la presenza degli enti, delle istituzioni e delle parti sociali. Sono intervenuti con proposte e concreti contributi il Sindaco di Formia Paola Villa, l’assessore al turismo del Comune di Formia, Kristian Franzini, il Sindaco di Ventotene Gerardo Santomauro, Paola Iotti e Marialuisa Simeone, rispettivamente assessore al turismo e Consigliera alle Pari Opportunità del Comune di Castelforte, Maurizio Granata, in rappresentanza del Comune di Minturno e le associazioni “Ambiente Natura e Vita”, “Lazio Turismo”, Confcommercio Lazio Sud, “Il Muristan”, “SinusFormianus”, il Museo del Fronte della Memoria, Cooperazione Internazionale Onlus e “CajetaTemplar Tour.”

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+