Formia / Emergenza viabilità, il convegno del Partito Democratico

Formia / Emergenza viabilità, il convegno del Partito Democratico

FORMIA – Approfondire le idee ed i progetti su cui Provincia, Regione e Governo stanno lavorando per dare delle risposte ad una delle principali emergenze del sud pontino. Senza soluzioni concrete che vadano a migliorare la viabilità è davvero difficile pensare ad uno sviluppo serio ed efficace del comprensorio meridionale della provincia di Latina. Ha centrato gli obiettivi che si era prefissato il nuovo corso del partito Democratico di Formia organizzando presso la sala Sicurezza del palazzo municipale un dibattito pubblico dal titolo “Emergenza viabilità: Dall’attraversamento a monte della città al miglioramento della Formia-Cassino”.

Bisogna recuperare il tempo ed il terreno perduti ed il Pd ha annunciato che la realizzazione di uno studio di fattibilità per la realizzazione della Pedemontana di Formia attraverso un percorso a due corsie di sette-otto chilometri, da Santa Croce sino ai 25 Ponti. Ma non dovrà essere l’unica panacea a tutti i mali che riguardano l’attraversamento a monte della città e l’ipotesi di lavoro non trascura la fattibilità di “ulteriori” cinque percorsi alternativi, con possibili svincoli. Insomma il Pd rilancia la fattibilità di realizzare una Variante rispetto al’attuale Variante Formia-Garigliano, 79 milioni di euro sono stati già stanziati dal Cipe a favore dell’Anas e ma ne servono almeno altrettanti, 90 milioni di euro per dare concretezza alla soluzione progettuale approntata dall’ultima amministrazione comunale nel 2014 e sostenuta dall’allore assessore ai Lavori Pubblici della Regione Lazio Refrigeri. Che si può essere cautamente ottimisti sulla fattibilità dell’opera – per il completamento dell’iter procedurale sono necessari almeno due anni – l’hanno tenuto a precisare l’ingegner Pietro Gualandi, dirigente Area Esercizi Anas del Compartimento Lazio ma anche il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti, Salvatore Margiotta.

Ed il Pd ha denunciato ma anche ha ammesso che di errori ne sono stati compiuti tanti: “Ci sono stati ritardi chiari in tutti questi anni, alcuni anche dovuti a scelte errate di programmazione – ha rilevato Margiotta -. Inseguire la chimera di un’opera di quattro corsie dal costo di 700 milioni di euro negli anni 2000 è stato un errore. Si riparte da alcuni aspetti positivi: primo c’è in atto uno studio di un nuovo tracciato che costerà di meno, circa 170 milioni di euro, che si potrà chiudere in pochi mesi e si riparte da una disponibilità finanziaria di circa 80 milioni di euro pari al 50% del costo dell’opera. Il governo si impegna a trovare la restante parte del finanziamento e anche a stimolare l’Anas che lo studio sia pronto il prima possibile”.

Rassicurazioni importanti e significative accolte dai due padroni di casa, il neo presidente del circolo del Pd Gennaro Ciaramella e il neo segretario locale Luca Magliozzi che hanno tenuto a battesimo al convegno cui sono intervenuti, tra gli altri, il segretario provinciale del Pd Claudio Moscardelli, il presidente della Provincia Carlo Medici ed al sindaco di Formia Paola Villa, che hanno ribadito l’urgenza di interventi, in termini infrastrutturali e di sicurezza, sulle strade di Formia e del sud pontino attraversate quotidianamente da circa duemila tir. Questo momento di confronto fortemente voluto dal nuovo ed unico circolo del Pd di Formia non poteva trascurare la data trascuratezza e precarietà della superstrada Formia-Cassino e la necessità di mettere in sicurezza il suo tratto iniziale realizzando una rotatoria all’altezza dello svincolo in località Acqualonga.

Ma servono soldi e progettazione: “E’ vero, su questi temi la rassegnazione nel corso degli ultimi 20 anni ha preso il sopravvento – hanno commentato Magliozzi e Ciaramella – masiamo consapevoli della necessità di interventi risolutivi e corposi, in grado di migliorare definitivamente la viabilità di questo comprensorio, nonché dare la possibilità alle amministrazioni locali di pianificare un vero sviluppo turistico e commerciale della città.”
Saverio Forte

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+