Coronavirus sospetto, test negativi per l’uomo di Formia: lascerà lo “Spallanzani”

Coronavirus sospetto, test negativi per l’uomo di Formia: lascerà lo “Spallanzani”

FORMIA – Negativo anche il secondo test del Coronavirus effettuato nel pomeriggio di mercoledì sul giovane di 30enne di Formia ricoverato d’urgenza lunedì sera allo “Spallanzani”. Lo studente lascerà l’ospedale romano per far rientro a casa a breve. E’ quanto trapela dalla direzione generale dell’Asl di Latina che ha attivato un filo diretto con il nosocomio capitolino dove il giovane studente formiano di ritorno due settimane da Shangai era stato trasferito direttamente a bordo di un’ambulanza del 118 perchè alle prese con vomito e febbre alta.

Lo studente è stato colpito da una semplice influenza, di tipo B, e ad escludere il peggio e, dunque, la presenza del virus del Coronavirus è stato lo stesso sindaco di Formia Paola Villa in un polemico post sulla sua pagina facebook. “Precisando come lo “Spallanzani” stia seguendo con molta cautela il tutto – ha scritto il primo cittadino – Ma una cosa va messa in chiaro, prima di tutto non va violata la privacy delle persone, la famiglia coinvolta ha seguito in modo dettagliato il protocollo e non deve essere soggetta a sciacallaggio, invadenza della propria libertà e tutelata. Poi è veramente assurdo farsi prendere dalla psicosi di una fantomatica “epidemia cittadina”, che oggi non ha basi mediche e scientifiche di esistere. Il buon senso dice di seguire i protocolli, di credere alle notizie ufficiali divulgate da chi è deputato a darle, e soprattutto ci dice di non diffondere panico e allarmi ingiustificati, soprattutto nei luoghi pubblici e nelle scuole cittadine”.

Ieri mattina il bollettino emesso dall’Istituto nazionale di malattie infettive informava che “sono stati valutati presso la nostra accettazione 64 pazienti sottoposti al test per la ricerca del nuovo coronavirus. Di questi, 46, risultati negativi, sono stati dimessi. Diciotto pazienti sono tutt’ora ricoverati: 3 sono casi confermati (la coppia cinese attualmente in terapia intensiva ed il giovane proveniente dal sito della Cecchignola) 14 sono pazienti sottoposti a test per la ricerca del nuovo coronavirus in attesa di risultato Un solo paziente rimane comunque ricoverato per altri motivi clinici. In caso di evoluzioni del quadro clinico, verranno dati immediati aggiornamenti”.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+