Frosinone / Avviati i lavori di manutenzione degli edifici scolastici di Boville Ernica

Frosinone / Avviati i lavori di manutenzione degli edifici scolastici di Boville Ernica

FROSINONE. L’anno scolastico è iniziato da pochi giorni e, come in molte città, anche nella località di Boville Ernica, si è provveduto alla manutenzione degli edifici scolastici e al rinnovo delle attrezzature utili per il corretto proseguimento delle lezioni da parte degli alunni interessati.

A questo proposito, il sindaco di Boville Ernica Enzo Perciballi e l’assessore all’Istruzione Anna Maria Fratarcangeli, in sinergia con l’intera amministrazione, stanno lavorando per risolvere vecchi problemi di manutenzione. “Il futuro dei nostri figli dipende soprattutto dalla loro istruzione, il cui compito è affidato agli insegnanti e alle famiglie. Ma il Comune deve fare la propria parte, prendendosi cura delle strutture necessarie, ossia in primo luogo gli edifici scolastici. Ed è sulla scorta di questa premessa che anche per l’anno scolastico 2019-2020 la nostra amministrazione comunale si è preoccupata e si sta preoccupando di fornire gli strumenti che consentano agli operatori di lavorare meglio, attraverso la manutenzione, spesso anche risolvendo problemi ormai datati”, hanno spiegato il sindaco e l’assessore.

Gli interventi in questione hanno riguardato le scuole di San Lucio e la scuola De Andrè di Scrima. Nella prima “abbiamo provveduto a far ritinteggiare anche il locale adibito a mensa e il soffitto di un’aula in cui lo scorso inverno c’era stata una sporadica infiltrazione d’acqua piovana a causa della rottura di alcune tegole. Sempre per la scuola di San Lucio ricordiamo che è stato finanziato un nostro progetto che prevede di renderla efficiente dal punto di vista energetico con annesse alcune opere di manutenzione” spiegano Perciballi e Fratarcangeli che proseguono: “Un altro intervento importante da sottolineare riguarda la scuola De Andrè di Scrima. Nello spazio esterno antistante l’ingresso al nido abbiamo realizzato la pavimentazione in cemento risolvendo un grave problema: con le piogge, soprattutto in inverno, si creava fango con gravi disagi per i familiari e per i bimbi. A risentirne era anche l’igiene stessa dei locali in quanto spesso la poltiglia finiva anche sul pavimento interno”.

Il sindaco e l’assessore all’Istruzione puntualizzano anche su una polemica passata: “Continueremo a fornire i registri e la carta igienica, nel rispetto di quanto previsto dalle normative secondo cui il Comune è tenuto a fornire immobili, registri e carta igienica. Non invece il materiale didattico, come qualche tempo fa  qualcuno voleva lasciar intendere a puro scopo di propaganda politica. La scuola è il luogo in cui i nostri bambini e ragazzi costruiscono il proprio futuro: è per questo che andrebbe tenuta fuori dalle sterili polemiche che dovrebbero lasciare spazio a proposte migliorative”.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+