Intergroup e Pellet My Fire, avviata la linea commerciale navale tra Canada e Gaeta

Intergroup e Pellet My Fire, avviata la linea commerciale navale tra Canada e Gaeta

GAETA – “MyFire®” e l’”Intergroup” di Gaeta rafforzano la propria posizione in Canada. Dai boschi del Québec ai consumatori italiani passando attraverso il porto commerciale “Salvo D’Acquisto” di Gaeta: dopo l’inaugurazione di un primo magazzino nel vasto paese nordamericano a consolidamento della partnership con i migliori produttori locali e della qualità dei suoi prodotti, “MyFire®” ha sbarcato ora la motonave “Frieda”. Questa è solo la prima di una serie di navi provenienti dal ‘cuore’ del Canada.

L’asse Québec – Gaeta, dunque, ha ufficialmente iniziato a dare i suoi frutti. Dopo diversi anni da importatore del prodotto canadese già pallettizzato in arrivo via container, “MyFire®” dà inizio all’importazione di navi bulk che permetterà invece di lavorare e confezionare a Gaeta una delle materie prime migliori nel mondo del pellet. Nei giorni scorsi, infatti, è iniziato lo sbarco, presso il porto di Gaeta, della prima nave bulk di wood pellet canadese, combustibile di legno vergine, naturale e rinnovabile che negli ultimi anni ha riscosso grande successo in Italia arrivando a riscaldare oltre 3 milioni di famiglie e centrali di teleriscaldamento. L’arrivo di navi bulk con un carico di questo prodotto canadese, famoso sul mercato mondiale per le sue ottime specifiche tecniche, consolida la crescita di “MyFire®” e la bontà del suo progetto.

Notevoli investimenti sono stati fatti, a tal riguardo, negli ultimi mesi da parte della società del gruppo logistico “Intergroup” di Gaeta per incentivare la crescita volumetrica e qualitativa dei suoi prodotti. La conferma arriva dalla creazione di un magazzino dedicato in Canada, utilizzato in via esclusiva allo stoccaggio di oltre 20 mila tonnellate di prodotto sfuso, costantemente pronte al carico 12 mesi all’anno. L’investimento, poi, di un milione di euro in un impianto di produzione del wood pellet (tecnologia 4.0) – certificato ENplus A1 – ha ampliato il ciclo di lavorazione del Warehouse di Gaeta (primo sito certificato ENplus A1 in Italia a rispetto e garanzia dei più rigidi criteri ed i più alti standard di qualità della certificazione più importante nel mondo del pellet) e l’apertura di diverse nuove piattaforme logistiche lungo il territorio italiano (Catania, Udine, Gioia Tauro), che si aggiungono a quelle di Cagliari ed Oristano recentemente inaugurate, garantiscono a “MyFire®” il riconoscimento definitivo di brand leader del mercato nazionale, sinonimo di garanzia lungo tutta la filiera produttiva e logistica.

La motonave “Frieda”, di oltre 10 mila tonnellate, dopo aver attraversato l’oceano Atlantico, sarà sbarcata dallo staff di “Intergroup”, che stoccherà e lavorerà il prodotto nel warehouse presso il porto di Gaeta, piattaforma distributiva per tutto l’area geografica del centro-sud Italia. Con questa nuova nave, la prima di una serie previste per tutto il periodo autunnale/invernale, si consolida lo stretto rapporto tra il wood pellet e Gaeta, diventato uno dei principali Hub italiani per questa biomassa rinnovabile. “MyFire®” è un’azienda italiana nata nel 2014, che importa, confeziona e distribuisce in tutta Italia wood pellet da riscaldamento. Il prodotto transita via Bulk e viene pallettizzato nei principali porti italiani come Gaeta, Oristano, Cagliari, Catania, Gioia Tauro e Ravenna. La stretta partnership con “Intergroup” – azienda di logistica integrata con sede nel centro di Roma, presente sul territorio italiano con 2 Terminal portuali e 7 piattaforme logistiche – permetterà ora al pellet “MyFire®” una rapida distribuzione in tutto il paese. Si tratta, dunque, di prestigioso riconoscimento per l’azienda fondata nel 1986 da Nicola Di Sarno – dal 2017 protagonista del processo di internazionalizzazione dell’azienda, aprendo un ufficio nel centro di Londra e iniziando a fare logistica anche nel Regno Unito – e ora guidata dal figlio Pietro.

“Intergroup” ha fatto parte delle aziende scelte dalla regione Lazio per ottenere i contributi sull’innovazione. Il suo progetto si è classificato al primo posto su 294 progetti presentati da altre aziende del Lazio. L’azienda di Gaeta è stata premiata per il lavoro svolto con l’obiettivo di creare innovazione nel settore industriale della logistica. Gli investimenti previsti sono stati giudicati idonei a migliorare le condizioni di lavoro dei dipendenti, a generare positive economie di scala ed infine a creare nuova occupazione in regione. A ricevere il premio sono stati Enzo Bocchiola, Itc manager e Daniele Palombi, Chief Financial Officer con diverse esperienze nel settore siderurgico, Questa la motivazione ufficiale del riconoscimento della Regione Lazio a “Intergroup”: “Rapidità nella gestione degli ordini, capacità di rispondere a improvvisi picchi della domanda, trasparenza nella gestione della merce conto terzi, riduzione dei tempi di risposta al cliente”.

Sono solo alcune tra le esigenze alle quali è possibile rispondere ottimizzando gli strumenti informatici di cui dispone un’azienda attiva nel settore della logistica integrata. L’idea progettuale di “Intergroup” di Gaeta è orientata all’implementazione del proprio sistema informatico, che dovrà essere centralizzato, coprendo le diverse attività aziendali. Affidabile e user-friendly, il sistema punta ad agevolare gli utenti nello svolgimento delle loro attività. L’obiettivo finale del progetto, superando il semplice recupero di efficienza operativa, punta a sostituire alcune attività manuali con automatismi software e hardware, per garantire agli addetti la possibilità di svolgere attività di controllo anziché semplici azioni ripetitive, migliorando anche la propria condizione di lavoro.
Saverio Forte

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+