Formia / Il consiglio comunale approva importanti delibere per il settore urbanistica

Formia / Il consiglio comunale approva importanti delibere per il settore urbanistica

FORMIA – Nel corso della seduta consiliare del 29 luglio scorso sono state approvate importanti delibere inerenti il settore Urbanistica. Sono state infatti approvate le linee di indirizzo per la monetizzazione in luogo della cessione delle aree da destinare a standard urbanistici di cui al D.M. n. 1444/68. Con il presente atto i cittadini che presenteranno richiesta di realizzare nuove costruzioni o ristrutturazioni con cambio di destinazione d’uso che comportano carico urbanistico in zone A e B del PRG o ad esse assimilabili, laddove viene dimostrata l’antieconomicità e la mancata funzionalità delle aree di cessione che risultassero inferiori a 150 mq, potranno richiedere contestualmente la monetizzazione da liquidare al Comune in luogo della cessione delle aree.

“A tal fine – spiega l’assessore all’urbanistica, Paolo Mazza – le linee di indirizzo approvate consentono di ridurre notevolmente i tempi di istruttoria di tali pratiche, di evitare margini di discrezionalità e disparità di trattamento fra cittadini che presentano istanza in tal senso, avendo dettato le linee per l’applicabilità diretta della procedura da parte degli Uffici e la modalità di calcolo del valore di monetizzazione, oltre che consentire alla Pubblica Amministrazione di realizzare parcheggi, verde pubblico e attrezzature di servizio ai cittadini in maniera razionale e coerente agli obiettivi strategici e alle effettive esigenze del territorio sul quale si interviene, utilizzando in maniera coerente i proventi della monetizzazione.

L’Assessorato inoltre esprime vivo apprezzamento al contributo fornito da parte dei consiglieri componenti della Commissione Urbanistica per l’ottimo lavoro svolto, di attento esame della delibera sulla monetizzazione con conseguenti proposte e accoglimento di modifiche migliorative, che hanno con soddisfazione, portato ad una approvazione all’unanimità del provvedimento in consiglio comunale. Sempre all’unanimità è stato poi approvato il Permesso a Costruire in deroga per realizzazione di lavori di ampliamento con nuove aule per catechesi, abbattimento barriere architettoniche e adeguamento igienico sanitario del complesso Parrocchiale di Santi Lorenzo e Giovanni Battista.

E’ stata poi approvata la delibera di CC di presa d’atto di mancata presentazione di osservazioni/opposizioni alla Variante normativa relativa all’art. 36 lett. B) delle Norme Tecniche di Attuazione del PRG in merito alla disciplina delle sottozone F2- Servizi Generali privati di interesse collettivo-. Con tale atto, dove vengono puntualmente definite le destinazioni d’uso consentite della zona F2 oltre la possibilità di realizzare strutture turistico ricettive, si potrà dar seguito all’iter finale della Variante, trasmettendola alla Regione Lazio per l’ottenimento del parere definitivo.

Infine è stato approvato il Regolamento per la localizzazione degli impianti di stazione radio base, recependo parzialmente l’osservazione presentata dai gruppi consiliari di Forza Italia e UdC con elaborato grafico aggiuntivo della zona montana del territorio. Tale atto persegue il corretto bilanciamento degli interessi da tutelare, al fine di garantire innanzitutto la tutela dei soggetti particolarmente sensibili in ossequio al principio comunitario e nazionale di precauzione, escludendo la possibilità di installarvi impianti di stazioni radio base per telefonia cellulare, anche nelle immediate vicinanze, di: ospedali e case di cura, edifici ad uso scolastico di ogni ordine e grado, asili nido, scuole materne e istituti di assistenza all’infanzia, edifici per il riposo degli anziani, edifici per la cura e la riabilitazione di persone inferme, ferma restando la garanzia di copertura del servizio delle aree interessate, essendo oramai gli impianti di telefonia mobile assimilati a opere di urbanizzazione primaria dalla normativa vigente; infine si è specificato che il rilascio di nuovi titoli autorizzativi per l’installazione di impianti fissi di telefonia cellulare è subordinato alla presentazione del Piano di Sviluppo della rete da parte del Gestore finalizzato a dimostrare l’effettiva necessità della installazione richiesta”.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+