Ventotene insignita del Diploma d’Europa

Ventotene insignita del Diploma d’Europa

VENTOTENE – Ventotene è stata insignita del Diploma d’Europa. Il sindaco della seconda isola pontina, Gerardo Santomauro, ha ritirato a Strasburgo il prestigioso riconoscimento riservato dal Consiglio d’Europa a quelle città europee che si distinguono per sostenere l’esistenza dell’Europa e i dei suoi valori, animare il dibattito per i miglioramenti necessari, riconoscere i motivi della sua costituzione e premiare coloro che hanno combattuto per ottenerla. Ventotene si è meritato questo titolo non solo perché è il luogo dove l’Europa è stata concepita e dove riposa Altiero Spinelli, che ne è stato uno dei firmatari più importanti soprattutto per essersi impegnato per sostenerne lo sviluppo, ma anche perché, da anni va sostenendo sull’isola ogni iniziativa finalizzata a conservare questo patrimonio storico così importante.

Insieme a Ventotene, a Strasburgo, a ritirare il riconoscimento dall’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, c’erano altre due città italiane, Norma e Este, con i loro rispettivi Sindaci, Gianfranco Tessitori e Roberta Gallana, con cui si è avviata una interessante collaborazione, finalizzata a scambiarsi buone pratiche e a raccordarsi con tutte le altre città europee che sono state insignite della stesso rinascimento. Per perseguire questo obiettivo – ha reso noto il sindaco isolano Gerardo Santomauro – sono stati informati ed investiti tutti i livelli istituzionali: Provincia, Regione, Presidenza della Repubblica. Si conta di costituire una sorta di rete delle città insignite del Diploma d’Europa e attivare una circolarità dei cittadini per visitare le diverse città, scambiarsi buone pratiche, definire accordi di collaborazione, proporre gemellaggi, sviluppare progetti a valere sui finanziamenti europei con modalità tipiche di “progettazione partecipata”.

Il sindaco di Ventotene, Gerardo Santomauro, con questo riconoscimento raccoglie un primo significativo obiettivo, rispetto al piano strategico che era uscito dal lavoro fatto con la comunità locale, quando ha attivato, nell’autunno del 2016, il programma di progettazione partecipata con la cittadinanza. In quella occasione era stato deciso che, oltre al mare, all’ambiente, alla storia antica, Ventotene avrebbe ripreso anche la storia del Confino, del Manifesto di Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, dell’Europa, all’insegna dello slogan : “Ventotene, Isola della Pace, porta d’Europa”. L’insieme delle iniziative accolte sull’isola e realizzate assieme a diverse e importanti realtà associative che hanno trattato il tema dell’Europa o che hanno voluto organizzare convegni e iniziative intestate alla memoria di italiani importanti costretti al confino, hanno consentito di predisporre il dossier che ha giustificato il Diploma. Ora anche i cittadini dell’isola di Ventotene, come probabilmente anche degli altri Comuni premiati, dovranno anche prepararsi per raggiungere un successivo traguardo, quello di ottenere “la Bandiera d’Europa” che è un riconoscimento ancora più importante.

“Dovranno effettuare lo sforzo elaborativo che consenta di coniugare le iniziative di valore strategico , come quelle che riguardano il rapporto con le città europee e la valorizzazione della Memoria, con le esigenze di sviluppo della qualità dei servizi che la quotidianità sollecita – ha osservato il sindaco Santomauro – Il pericolo infatti che si corre è rinchiudersi nell’egoismo del particolarismo localistico e pensare che il presente: l’acqua, i rifiuti, le strade, il decoro urbano, l’immigrazione, l’educazione, la povertà, la democrazia, si affronti senza interrogarsi su come si possono raccogliere le risorse economiche necessarie attraverso accordi e collaborazioni all’interno dell’Europa e preparando un’offerta credibile e attrattiva per uno scambio di soddisfazione reciproca e circolare. Gli incontri con la comunità che verranno dedicati al tema si svilupperanno a breve – ha concluso il primo cittadino di Ventotene – La prima settimana di settembre, quando ci sarà a Ventotene la 38.ma edizione della formazione federalista organizzata dal Movimento Federalista Europeo e dall’Istituto degli Studi Federalisti Altiero Spinelli”, sarà un’occasione importante di approfondimento del dibattito collettivo anche con tanti ospiti che ci aspettiamo ci raggiungano e primi tra tutti i Comuni insigniti, come Ventotene, del Diploma d’Europa”.

Saverio Forte

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+