Gaeta / Presentata l’Operazione “Mare Sicuro 2019” [VIDEO]

Gaeta / Presentata l’Operazione “Mare Sicuro 2019” [VIDEO]

GAETA – Salvaguardia della vita umana in mare, garantire la sicurezza della navigazione e tu-telare l’ambiente marino e costiero. Sono queste le tre “mission” che intende perseguire l’operazione “Mare sicuro 2019” che, anticipata quest’anno al 1 giugno, vedrà impegnati sino al 15 settembre circa 300 uomini e donne del corpo della Capitaneria di Porto ed oltre 42 mezzi navali dislocati lungo i 368 chilometri di costa laziale, per vigilare sul regolare svolgimento delle attività ricreative e commerciali e per tutelare ba-gnanti e diportisti. La direzione marittima del Lazio quest’anno ha scelto Gaeta e, in particolare il suggestivo ed accogliente veliero “La signora del Vento” messo a disposizione dall’istituto nautico “Giovanni Caboto” ed ormeggiato davanti la sede della Capitaneria di Porto, per illustrare le finalità di una campagna che vuole garantire agli utenti, ai fruitori e agli appassionati della risorsa mare la necessaria percezione sicurezza e pretendere dagli stessi fruitori, siano essi bagnanti e diportisti, rispetto e una comportamento proteso alla legalità.

Nel suo intervento il comandante direzione marittima del Lazio Vincenzo Leone ha sottolineato – e l’ha ribadito anche nell’intervista allegata – nel suo intervento iniziale come la Guardia Costiera anche quest’anno moltiplicare i propri importanti sforzi ed impegno operativo a favore degli utenti ed appassionati del mare, garantendo, attraverso una capillare presenza, sicurezza, legalità e la serena fruizione del mare e delle attività ad esso legate.

INTERVISTA Vincenzo Leone, comandante direzione marittima del Lazio

___
“Mare Sicuro 2019” vedrà coinvolte tre capitanerie di porto – Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta – 3 uffici circondariali marittimi e 14 uffici minori competenti su un tratto di litorale lungo 140 miglia, tra la foce del Chiarone ai confini della Toscana a quella del fiume Garigliano – e su una superficie marina di 20mila chilometri quadrati. Il Direttore Marittimo del Lazio, Vincenzo Leone, è stato affiancato ai Comandanti dei dipendenti Compartimenti Marittimi di Fiumicino e Gaeta, rispettivamente i Comandanti Filippo Marini e Andrea Vaiardi. Quest’ultimo, a margine dell’incontro con i cronisti, ha annunciato non spetterà a lui gestire l’edizione 2019 di Mare Sicuro lungo i 197 chilometri del compartimento marittimo di Gaeta, sui 53 chilometri di spiagge in concessione, sulle 30 libere e sui 271 stabilimenti balneari ufficialmente censiti: il 28 giugno, dopo due anni e mezzo di apprezzata guida, lascerà la Capitaneria di porto di Gaeta. Già si conosce il nome del suo successore, si tratta del capitano di Fregata, il livornese Federico Giorgi, attualmente in servizio presso il comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto. A portare il loro contributo alla conferenza stampa sono stati anche il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, l’assessore regionale alle politiche agricole, la privernate Enrica Onorati, molti sindaci e rappresentati delle Amministrazioni comunali che si affacciano lungo la costa delle province di Roma e Latina, di altre Forze di polizia e delle associazioni (su tutti l’attivo circolo di Terracina della Legambiente) ed enti operanti sinergicamente sul mare.

E l’incontro con la stampa è servita, oltre a rappresentare gli obiettivi cardine dell’imminente stagione balneare, anche per illustrate le maggiori attività che saranno poste in essere dalla Guardia Costiera sulla costa laziale a favore dell’utenza e dei numerosi diportisti, in sinergia e coordinamento con le altre istituzioni e realtà, a vario titolo, interessate/coinvolte.

INTERVISTA Andrea Vaiardi, Comandante Capitaneria di porto di Gaeta

___
Al termine della presentazione è stata infine organizzata un’attività operativa dimostrativa con l’ausilio dei mezzi nautici del Corpo. La simulazione ha coinvolto anche la scuola Italiana Cani di Salvataggio ed il personale della Guardia Costiera proveniente dal Nucleo Operatori Subacquei di Napoli. Hanno inscenato il capovolgimento di una piccola unità a vela e l’immediato recupero del diportista, attività che hanno messo in risalto l’operatività e la professionalità del personale imbarcato che opererà lungo le nostre coste a tutela dei milioni di utenti, quasi 15, che affolleranno il litorali della Regione Lazio.

PHOTOGALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+