Castelforte / Aumento della Tari, è scontro tra il sindaco Cardillo e Giampiero Forte

Castelforte / Aumento della Tari, è scontro tra il sindaco Cardillo e Giampiero Forte

CASTELFORTE – Un scontro, politico-istituzionale ma anche personale, che ora trova linfa fertile anche sul terreno del ciclo dei rifiuti al Comune di Castelforte. Il sindaco del Partito Democratico e candidato domenica 31 marzo al rinnovo del consiglio provinciale Giancarlo Cardillo nei giorni scorsi aveva giustificato il ritocco, del 12,50%, della tariffa della Tari per il concomitante aumento del costo del conferimento in discarica deciso dalla Regione Lazio. A infierire letteralmente contro il primo cittadino Dem è l’ex sindaco di Castelforte Giampiero Forte nella sua duplice, ma per certi versi, unica veste di coordinatore politico del gruppo di opposizione “Libera per Castelforte” e di responsabile ombra della nuova Lega.

“Siamo stanchi delle bugie del nostro Sindaco abusivo – dichiara Forte – perché, è bene ricordarlo, dopo la nostra uscita dall’Amministrazione non rappresenta più la maggioranza degli elettori. Ancora una volta, non sapendo come giustificare le malefatte della sua Amministrazione, tenta di addossare le colpe alla Regione Lazio. Il sindaco ha smentito che si tratti di un aumento della tariffa (?!) ma di un adeguamento (sic!) determinato, in particolare, dalla Regione Lazio – ha osservato l’ex primo cittadino Udc di Castelforte – che però non ha disposto alcun aumento della tariffa di conferimento. Per sconfessare la bugia del Sindaco, è sufficiente verificare le ultime determine numero 57 e n. 58 adottate dal responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Castelforte il 4 febbraio scorso concernenti l’impegno di spesa per il conferimento dell’umido e dell’indifferenziato secco presso l’impianto della ditta Csa, nelle quali risultano applicati gli stessi costi che la Regione Lazio ha determinato nel 2016 e mai aumentati”. Sul piano squisitamente politico il sindaco Cardillo, accusato pesantemente di essere “un venditore di fumo”, ha “nella sostanza messo le mani in tasca alle famiglie ed agli eroici commercianti che già pagano importi elevati.”. In effetti il comune di Castelforte, che già copre interamente il costo della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti grazie ai bollettini che pagano annualmente i cittadini, ha incassato puntualmente dalla governance del Centro servizi ambientale anche il benefit ambientale, per un importo che ha sfiorato i 400mila euro per l’annualità 2018, per la servitù del centro di trattamento meccanico biologico che insiste in via Viaro. “Il privato è stato puntuale a versare al comune quanto previsto dal benefit ambientale – ha aggiunto l’ex sindaco Forte – e il comune, nonostante ciò, non riesce a contenere il costo della tariffa: oltre al danno anche la beffa!”

Da un versante ad un altro che sta alimentando il dibattito politico: “E che dire quando Cardillo afferma che l’Amministrazione Forte ha ridotto ad un lazzaretto i campetti di San Rocco? Forse oltre al permanente stato confusionale, è vittima anche di forti amnesie dato che questi sono stati realizzati, con totale spesa a carico della Provincia di Latina, negli anni 2007/2008 proprio dalla mia amministrazione – ricorda l’ex sindaco Forte – Siamo al festival della menzogna. Quanto al parcheggio in località Forma di Suio il sindaco afferma che il mutuo è stato finito di pagare e, pertanto, solo adesso potrà realizzare l’opera. Altra bugia! Tutti sanno, infatti, che l’ultima rata del mutuo scade nel 2023 e non è possibile, quindi, che lui dica che ha finito di pagare.- attacca ancora l’ex sindaco di Castelforte – D’altra parte il pagamento del mutuo non c’entra proprio niente con il finanziamento e le somme finanziate sono, già da tempo, disponibili cosicché ben potevano essere utilizzate sin dalla concessione del finanziamento senza attendere il pagamento delle rate di ammortamento. Cardillo dovrebbe ancora spiegarci come avrebbe potuto la mia amministrazione, che ha terminato il suo mandato nel 2012, realizzare il parcheggio, quando l’intervento è stato approvato dal Consiglio Comunale nel 2014 !? Insomma una marea di bugie per confondere i cittadini e per giustificare le sue negligenze o, peggio, incapacità ad offrire serie spiegazioni alle tante promesse fatte nell’ultima campagna elettorale e, puntualmente, tutte tradite”. Forte l’ultimo attacco lo riserva sul piano squisitamente politico rivolgendosi al suo ex “vice”: “Sindaco, la maggior parte dei cittadini da tempo ha aperto gli occhi. Presto lo faranno anche quei pochi che in buona fede ancora si fidano delle chiacchiere e delle false notizie diffuse, ed i fatti dimostrano che verrai classificato negli annali della storia di Castelforte come il re delle bugie.” Unica nota positiva, Giampiero Forte e Giancarlo Cardillo continuano a darsi ancora del “tu”. Almeno quello!

Saverio Forte

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+