Formia / Buche per le strade ma il Comune non interviene: ci pensano i residenti di Acqualonga

Formia / Buche per le strade ma il Comune non interviene: ci pensano i residenti di Acqualonga

FORMIA – Il Comune, interpellato, non interviene? E allora ci pensano gli stessi cittadini residenti che, armati di quanto necessario (e pare delle dovute autorizzazioni provenienti dagli uffici preposti…), dopo essersi costituiti in un comitato spontaneo, hanno provveduto in questi giorni, complice anche le temperature primaverili, a bitumare le tante buche che hanno trasformato in una gimkana ed in un percorso da guerra la zona di via Olivastro Spaventola a quella, ormai fortemente antropizzata, in località Acqualonga, alle pendici della collina di Campese. Formia sempre più simile a Roma in fatto di buche? A questo interrogativo, politicamente intricante, risponde affermativamente il gruppo della Lega che, prendendo atto del malcontento di molti cittadini, osserva come Formia “sia sempre una città sempre più degradata.”

Immediato il ricorso allo slogan del neo sindaco Paola Villa durante la campagna elettorale che aveva parlato della “la città delle piccole cose”: “Sembra che la situazione delle nostre strade sia precipitata – si legge in una nota del gruppo consiliare della Lega formato dai consiglieri Antonio Di Rocco e Nicola Riccardelli – il manto stradale è in pessime condizioni, con buche oramai sparse per tutta la città. Sembrerebbe che gli unici a beneficiare di tale situazione sono i gommisti, che ogni giorno, accolgono numerosi automobilisti che riportano danni ai pneumatici e cerchi. Di riflesso, aumenta il contenzioso nei confronti dell’ente gestore, in molti casi proprio il Comune, che potrebbe vedersi già dal prossimo bilancio debiti fuori bilancio per risarcimento danni”.

Il carroccio formiano ha chiesto di conoscere dal Comune “lo stato degli affidamenti per la manutenzione delle strade, chi sia l’impresa incaricata, quale sia l’importo e soprattutto come mai ad oggi le strade, alle porte della stagione estiva, versano in questi condizioni disastrate???” Ma quella che è stata definita “l’apotesia della follia” è stata registrata venerdì mattina quando diversi cittadini residenti in contrada Acqualonga, a quanto pare molto disperati, hanno proceduto a proprie spese a sistemare al meglio almeno le buche più grandi. “E come se ciò non bastasse, sembrerebbe che gli stessi, al quale va il nostro plauso, – si legge ancora nel comunicato della Lega – da persone per bene abbiano chiesto ed addirittura ottenuto una sorta di autorizzazione a sistemare una strada comunale, un’arteria che dovrebbe essere sistemata a spese del comune, lo stesso che quest’anno ha pensato anche bene di aumentare i tributi locali. Se ciò corrispondesse al vero, saremmo di fronte alla sconfitta delle piccole cose di questa amministrazione che di fronte ad un’ azione dimostrativa di cittadini disperati invece di intervenire immediatamente addirittura avrebbe autorizzato tale opera.”

La Lega fa un plauso a questa azione dei cittadini, offre loro una “disponibilità” e chiede alla Giunta Villa e “sino a che punto intende arrivare di fronte all’esasperazione dei cittadini. Le gare dell’ex Global service sono bloccate da mesi, gli ex lavoratori che hanno prestato servizio per più di 20 anni per il comune sono a casa senza stipendio da mesi, le strade un colabrodo, le tasse comunali aumentate, se questo è il vostro programma elettorale per una Formia delle piccole cose sappiate che i cittadini meritano una Formia se non migliore almeno normale!”
Saverio Forte

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+