Formia / Operazione sui retini di plastica, Marciano chiede costituzione parte civile al Comune

Formia / Operazione sui retini di plastica, Marciano chiede costituzione parte civile al Comune

FORMIA – Il Comune di Formia si costituisca parte civile nell’eventuale processo sull’operazione dei retini di plastica svolta dalla Guardia Costiera di Gaeta e che ha portato alla denuncia di 18 persone. A chiederlo è il consigliere comunale del PD, Claudio Marciano.

“Diciotto impianti di mitilicultura per inquinamento del Golfo – dichiara Marciano – I famosi retini delle cozze che ogni estate ci troviamo sugli scogli e sulle spiagge apparterrebbero (e a chi altri se no?) agli impianti posti di fronte alla nostra costa.

Se partirà il processo il Comune di Formia – che sul tema ha fatto un esposto alla Procura due anni fa – avrà il dovere di costituirsi parte civile. Tuttavia il punto è un altro: quegli impianti da li devono andarsene. Violano la legge e il regolamento regionale e in parte le concessioni amministrative sono anche scadute. Muoviamoci per tempo e in maniera unitaria per tutelare il ‘Mare Nostrum’.

Parte degli impianti non ha più la concessione dal 2015 ed è in causa per ottenere una proroga non dovuta. Altri scadono nel 2020 e le attività di delocalizzazione non devono e non possono ritardare già a partire da questa stagione. Formia non deve fare sconti a nessuno su questa vicenda pubblici o privati siano gli interlocutori. Il nostro gruppo sarà a disposizione dell’Amministrazione se vorrà su questo punto incidere concretamente sul futuro della città”.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+