Formia / Elezioni, in sei si sfidano alla carica di sindaco: gli appelli al voto (video)

Formia / Elezioni, in sei si sfidano alla carica di sindaco: gli appelli al voto (video)

FORMIA – Con gli ultimi comizi conclusivi in diversi angoli del centro urbano e delle frazioni è finalmente calato il sipario su una delle più deludenti campagne elettorali che si ricordano per l’elezione diretta del nuovo sindaco di Formia e per il rinnovo, domenica 10 giugno, dalle ore 7 alle ore 23, del consiglio comunale. La macchina tecnico-amministrativa del comune di Formia è operativa da giorni sotto il personale coordinamento del commissario straordinario Maurizio Valiante e dei due suoi “sub”, Quarto e Zottola, e nel pomeriggio di sabato – come tradizione – si insedieranno i trenta seggi, cinque dei quali saranno ubicati soltanto presso la scuola elementare “Edmondo De Amicis” in via Emanuele Filiberto, nel quartiere marinaro di Mola.

Per gli appassionati delle statistiche gli aventi diritto al voto domenica saranno esattamente 33.126 formiani, di cui 15.914 uomini e 17.212 donne. Si è registrato un leggerissimo aumento demografico rispetto al voto del 26 e 27 maggio (in quella circostanza si votava in due giorni) quando gli aventi diritto furono 33.075, di cui 15.969 uomini e 17.106 uomini. Formia è ad un bivio sul piano elettorale dopo l’uscita di scena di due “giganti” (nel bene e nel male) del panorama politico cittadino e provinciale, il compianto Senatore Michele Forte ed il dottor Sandro Bartolomeo, sfiduciato lo scorso novembre da una maggioranza che non è mai stata tale. Sei sono i candidati a sindaco che proveranno a raccogliere la loro pesante – e per alcuni – discussa eredità politico-amministrativa. Se sono 350 gli aspiranti alla carica di consigliere comunale (solo 24 di loro saranno scelti dai formiani nella giornata del 10 giugno prossimo…..), Saverio Forte ha raccolto gli appello video di chi ha voglia di guidare l’”azienda” più importante della città, il proprio Comune. La scelta di presentazione è la stessa che troveranno domenica i cittadini sulla scheda elettorale di colore blù.

Paola Villa

Paola Villa, 48 anni, docente di matematica e di scienze elettorali presso un istituto comprensivo di Pontinia, vuole diventare il primo sindaco donna nell’ultra secolare storia politico-amministrativa del comune. Capeggia una coalizione formata da movimenti e liste civiche, “Ripartiamo con voi”, “Un’altra città”, “Formia Vinci” e “Formia città in comune”.

INTERVISTA Paola Villa

___

Antonio Romano

Tra i primi in assoluto ad avere ricevuto il mandato dal suo movimento, attraverso la rete, a concorrere per l’incarico di sindaco di sindaco di Formia per il Movimento Cinque Stelle è il 47enne Antonio Romano, ingegnere ambientale napoletano di nascita ma formiano d’adozione.

INTERVISTA ANTONIO Romano

___

Claudio Marciano

L’aspirante… primo cittadino più giovane è invece Claudio Marciano, 34 anni, dottore di ricerca in scienze della comunicazione, docente sociologia dei processi culturali presso l’Universita’ della Valle D’Aosta e in altri atenei. Ex assessore alla sostenibilità urbana dell’ultima Giunta Bartolomeo, Marciano è il candidato del Partito Democratico e di una lista civica di ispirazione di centro-sinistra denominata “Formia bene comune”.

INTERVISTA Claudio Marciano

___

Pasquale Cardillo Cupo

42 anni, tra i più noti avvocati penalisti dei Fori di Latina e Cassino, Pasquale Cardillo Cupo è l’aspirante primo cittadino del centro destra formiano. La sua coalizione è la più numerosa: Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Udc e le civiche “Idea Domani” e “Siamo Formia Cardillo Cupo sindaco” che esprimono 144 dei 350 candidati al consiglio comunale. Un record unitamente al dato delle donne in lizza: ben 65.

INTERVISTA Pasquale Cardillo Cupo

___

Mario Taglialatela

In sede di presentazione delle varie candidature lo scorso 11 maggio ad aprire le danze – o più volgarmente- a “togliersi il pensiero” – era stato l’ex segretario e direttore generale del comune di Formia, Mario Taglialatela, di 75 anni. La sua candidatura a sindaco è la più longeva – risale addirittura al novembre 2017 quando Sandro Bartolomeo era ancora nella pienezza dei suoi poteri – alla testa di un’unica lista denominata “Formia Viva 2018”

INTERVISTA Mario Taglialatela

___

Gianfranco Conte

Completiamo questo giro d’orizzonte con gli ultimi appelli al voto da parte dell’ex parlamentare di Forza Italia Gianfranco Conte, il candidato a sindaco formazione civica, “Formia con te”, che sul piano della denominazione si è simpaticamente presa gioco del suo cognome. Del cinque volte deputato azzurro non possiamo mandare in onda per alcune ragioni tecniche il suo messaggio video (ce ne scusiamo con l’interessato e con i nostri lettori) che, registrato prima del comizio conclusivo della sua campagna elettorale in Largo Paone sintetizziamo in questi termini: “La mia candidatura è stata un modo, importante, per sdebitarmi con la mia città che mi ha sempre sostenuto in ogni competizione per l’elezione della Camera. E’ stata un’esperienza umana e politica fantastica anche perché non affrontavo una simile competizione elettorale diretta da 17 anni, dai tempi del “Mattarellum” (elezione diretta di una parte dei parlamentari nei collegi maggioritari uninominali,ndr). Ho potuto riabbracciare tanti amici e conoscenti della prima ora della mia attività parlamentare di cui avevo perso le tracce da tempo. Penso di aver portato il mio modesto contributo in termini di risposte programmatiche ai tanti problemi che affliggono questa bellissima città. Da parte di altri competitor non ho registrato un’analoga proposizione che avrebbe potuto rendere questa campagna elettorale più interessante e avvincente. Naturalmente la sentenza, inappellabile, sarà emessa domenica dai cittadini che, lo so, vogliono vivere in una città più bella, più attraente sul piano economico ed imprenditoriale e anche più giusta”.

Tornando alle candidature, sono diminuite rispetto a cinque anni: gli aspiranti sindaco nel maggio 2013 furono otto (Maurizio Costa, Sandro Bartolomeo, Erasmo Picano, Paola Villa, Benedetto Assaiante, Paolo Costa, Augusto Ciccolella e Gennaro Varriale), le liste per il rinnovo del consiglio furono 19….tre meno in rispetto al voto del 10 giugno 2018… Anche in calo il numero dei candidati consiglieri comunale: 350 nel voto del 2018 rispetto ai 459 di cinque anni fa. Al termine del primo turno delle elezioni amministrative 2013 Maurizio Costa ottenne 6813 voti pari al 28,52%), seguito da Sandro Bartolomeo (6069 pari al 25,41%), Erasmo Picano (5256 pari al 22%), Paola Villa (2967 pari al 12,42%), Benedetto Assaiante (1258 pari al 5,26%), Paolo Costa (765 pari al 3,20%), Augusto Ciccolella (503 pari al 2,10%) e Gennaro Varriale (250 voti pari al 1,04%). I voti validi furono 22.664 (97,19%) a cui si aggiunsero 534 schede nulle (2,29%), 121 “bianche” (0,52%) e un voto contestato…mai assegnato. Quindici giorni dopo, al ballottaggio del 10 giugno, Sandro Bartolomeo con 9319 preferenze (pari al 51,16%) divenne per la quarta volta sindaco di Formia battendo Maurizio Costa che si fermò a quota 8895 preferenze pari 48,84%.

Saverio Forte

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+