Gaeta / No al parcheggio multipiano a Villa delle Sirene, la protesta

Gaeta / No al parcheggio multipiano a Villa delle Sirene, la protesta

GAETA – Alcuni residenti del cosiddetto “casermone” di Villa delle Sirene, grosso palazzo con quattro portoni e oltre 75 appartamenti così definito dagli stessi mittenti, hanno indirizzato un accorato appello al circolo di Rifondazione Comunista “Mariano Mandolesi”. La comunicazione riguarda le numerose e gravi preoccupazioni dei cittadini per la costruzione del parcheggio multilivello interrato sotto la Villa, comprendente oltre 100 posti macchine e 40 box privati.
“Il Prc – si legge nella nota – è ben lieto di dare voce a questi cittadini condividendone le perplessità, anche alla luce del fatto che la propria sezione è situata a pochi metri dal luogo dei lavori. Procediamo con ordine. Innanzitutto i residenti temono molto per la tenuta strutturale del grande palazzo in cui vivono, vecchio ormai di 50 anni, e degli altri edifici adiacenti la piazza. Il palazzo ha già subito negli anni diversi cedimenti e scosse di assestamento avvertiti con particolare evidenza dagli inquilini degli ultimi piani. Inoltre i cittadini ricordano che l’intera piazza sorge proprio su di un sito marino, che originariamente costeggiava addirittura l’attuale via Indipendenza.
Gli imponenti lavori in questione rischiano di dare problemi anche maggiori a quelli di cui risente il nuovo multipiano di Formia adiacente le poste, soggetto a continue e copiose infiltrazioni. I residenti sottolineano anche la nota presenza di importanti resti Romani e medioevali al di sotto dell’area, che potrebbero essere definitivamente compromessi dai lavori o bloccarli in corso d’opera per un tempo indefinito. Gravi rischi per la sicurezza con possibili danni ambientali e culturali irreparabili non sono motivati da reali esigenze di parcheggio nella zona. La scarsità di turisti, residenti e attività commerciali, tutti in costante diminuzione, rendono più che sufficienti i parcheggi attuali, perfino nei mesi estivi.
Ciò malgrado questi abbiano subito un importante decremento con l’assegnazione di diversi posti riservati ad un noto BeB del quartiere, che già da tempo ha indispettito non poco i cittadini. Gli stessi sollevano anche la questione dei costi altissimi, circa 11 milioni di Euro, che verrebbero sostenuti in gran parte da una ditta privata in cambio della gestione del parcheggio per 30 anni. In un momento di crisi come quello attuale, con l’ennesima gara al ribasso, quali ditte possono permettersi investimenti tali?
I cittadini temono che ancora una volta l’appalto finisca nelle mani di aziende non locali e legate ad una malavita organizzata che prosegue imperterrita e indisturbata la conquista del nostro territorio. Ovvio che l’azienda dovrà rifarsi sugli utenti imponendo tariffe e costi accessibili a pochi, magari in cambio di box utili solo all’allevamento di cozze. Il bando ha già avuto inizio e le ditte potranno presentare le proprie proposte entro il 30 Aprile del 2015. Il PRC è pronto a coinvolgere i cittadini in una campagna  senza tregua contro quest’iniziativa inutile e dannosa, che giustamente i residenti di Villa delle Sirene paragonano in piccolo ad iniziative quali il “MOSE” di Venezia.
Come al solito – conclude la nota del Prc di Gaeta – l’Amministrazione Mitrano si è mossa senza alcun coinvolgimento anche dei soggetti più direttamente interessati dal provvedimento, condannati a subirlo come imposizione, sempre nell’interesse esclusivo di ristrette lobby speculative. E’ paradossale il ricordo di quando in campagna elettorale il Sindaco parlava di “democrazia diretta” e “bilancio partecipativo”, mentre l’attuale Amministrazione ha definitivamente condannato a morte anche ciò che rimaneva dei Comitati di quartiere. Non c’è tempo da perdere, fermeremo insieme quest’ennesimo scempio”.
Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+