Ritrovato un cadavere sulla Fondi-Sperlonga: è un bracciante indiano

Cronaca Fondi

FONDI – E’ un bracciante indiano, di 38 anni, l’uomo investito da un’auto e trovato senza vita mercoledì mattina poco prima delle 6 al chilometri 7 della provinciale Fondi-Sperlonga. Si tratta di una strada molto trafficata, soprattutto d’estate lungo la quale si è verificata la tragedia di cui è stata vittima l’uomo che risiedeva da anni a Fondi con regolare permesso di soggiorno. È stato ritrovato da alcuni passanti in mattinata. Ma secondo una prima ricognizione esterna del cadavere l’investimento mortale ci sarebbe stato intorno alla mezzanotte di martedì.

I carabinieri della stazione di Fondi e della compagnia di Terracina confidano molto nell’individuare l’auto pirata il cui conducente, dopo l’investimento mortale, non ha prestato i primi soccorsi al 38enne indiano. I militari agli ordini del capitano Francesco Vivona hanno raccolto diversi indizi e, grazie al contenuto dei sistemi di video sorveglianza di diverse aziende agricola della zona, confidano di risalire all’investore. La salma del 38enne indiano, su disposizione del sostituto Valerio De Luca, è stata sottoposta a sequestro e si trova obitorio di Fondi in attesa dell’autopsia. Al momento è stato aperto un fascicolo contro ignoti per omissione di soccorso e non si esclude e l’omicidio stradale.