Pendolari, giornata d’inferno a Minturno e Formia

Pendolari, giornata d’inferno a Minturno e Formia

MINTURNO – Giornata d’inferno per i pendolari della tratta Roma-Napoli. La soppressione di due treni, ha reso particolarmente complesso il ritorno a casa in direzione Napoli. La vicenda ha scatenato le proteste degli utenti alla stazione di Minturno-Scauri, sfociando nella accesa protesta di un pendolare che, preso dall’esasperazione, ha occupato i binari, bloccando temporaneamente la circolazione. Immediatamente il capostazione ha allertato i carabinieri di Scauri che una volta sul posto hanno preso le generalità dell’uomo. Non è escluso che possano essere dei risvolti giudiziari per blocco di pubblico servizio. Disagi si sono registrati su tutta la linea, con l’accumulo di ritardi, non solo per la breve protesta, ma anche a causa della cancellazione dei treni delle 15,30 per Formia, proveniente da Napoli e per il quale è stata prevista la sostituzione con un bus che ha accumulato oltre un’ora di ritardo, e delle 16,24 per Napoli. Bagarre alla stazione di Formia (nelle foto) dove, tra le proteste per i vagoni stracolmi, due treni hanno sostato a lungo tra le 16 e le 17. Alla fine i dipendenti di Trenitalia hanno ottenuto l’autorizzazione a trasbordare parte dei passeggeri su un treno Intercity. Ormai è in atto una guerra tra poveri, con i pendolari che chiedono fermate in tutte le stazioni ed i viaggiatori delle lunghe tratte costretti ad inenarrabili Odisee per superare i continui blocchi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+