Formia Rifiuti Zero, chiesto l’accesso agli atti dall’opposizione

Formia Rifiuti Zero, chiesto l’accesso agli atti dall’opposizione

FORMIA – Chiedono l’accesso agli atti della Formia Rifiuti Zero i consiglieri dell’opposizione consiliare Amato La Mura, Nicola Riccardelli, Antonio Di Rocco, Nicola Limongi, Dario Colella, Giovanni Valerio e Alessia Valeriano. Una richiesta presentata al Segretario Generale del Comune di Formia, al Dirigente del Settore Ambiente e al Presidente della società per far luce su alcune “stranezze” come l’affitto di un appartamento.

 

“I sottoscritti consiglieri comunali, essendo venuti a conoscenza di un contratto d’affitto di un appartamento non si capisce per chi e per quale motivo – si legge nella lettera – chiedono di conoscere a chi è intestato una copia del contratto e una spiegazione ammissibile sul perché di questo sperpero di denaro.

Si richiede inoltre di sapere se ci sono fatture pagate dalla Formia Rifiuti Zero per spese di alberghi, ristoranti e altre consulenze allegre (ne chiediamo copia).

Infine, se la società di consulenze che solo fino a oggi hanno incassato più di 80mila euro ribaltano le spese di alloggi, ristoranti e fitti di autovetture sulla nostra Formia Rifiuti Zero e se utilizzano l’appartamento fittato.

Tale richiesta – conclude la minoranza – si rende necessaria per un maggiore controllo da parte dei Consiglieri per evitare sperpero di denaro pubblico cioè dei cittadini formiani”.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+