Formia / Global Service, il Comune non ha violato il contratto

Formia / Global Service, il Comune non ha violato il contratto

FORMIA – Il Comune di Formia non ha violato il contratto novennale di “Global Service” stipulato con un raggruppamento temporaneo d’imprese di cui fa parte l’Ati tra Palazzo Bitumi Srl, Cofely Italia Spa, Cns Consorzio Nazionale Servizi e Furlan Costruzioni Srl. Lo ha stabilito il Tar di Latina attraverso una sentenza che condanna tra l’altro la parte ricorrente al pagamento di spese di giudizio per 3.000 euro.

Il “raggruppamento”, legato al Comune fino all’ottobre 2017, si lamentava per un appalto di quasi 96.000 euro concesso ad altra azienda attraverso la procedura del “cottimo fiduciario” per la manutenzione straordinaria di strade. Secondo il giudice amministrativo dalla lettura delle norme del capitolato speciale si evincerebbe che il “Global Service”, con riguardo al servizio di manutenzione strade e piazze, “è circoscritto alla gestione, al monitoraggio (in particolare dello stato della pavimentazione), agli interventi sulla segnaletica orizzontale e verticale e alla manutenzione ordinaria”.

Ovvero il contratto di “Global Service” dovrebbe essere chiamato obbligatoriamente in causa solo quando occorra “rimediare a uno stato di avaria e a ricondurre allo stato di buon funzionamento precedente l’insorgere del problema, come peraltro chiarito nel successivo art. 13.2.5 (chiusura buche) del Capitolato Speciale in argomento ove, ad esempio, è precisato che si intende compreso nel servizio a canone l’attività di chiusura buche di dimensione massima di 0,5 metri quadri”.

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+