Formia / Elezioni provinciali, ufficializzate le candidature di Giovanni Costa e Pasquale Cardillo Cupo

Formia / Elezioni provinciali, ufficializzate le candidature di Giovanni Costa e Pasquale Cardillo Cupo

FORMIA – Saranno due i consiglieri comunali di Formia che il 31 marzo saranno in lizza per far parte del nuovo consiglio provinciale di Latina. Le loro “corse” sono state ufficializzate nelle ultime ore e riguardano la maggioranza civica che sostiene il sindaco Paola Villa e, naturalmente, una componente della variegata opposizione di centrodestra. Ma andiamo per gradi ed in rigore ordine cronologico.

Giovanni Costa

La riunione di maggioranza venerdì sera ha ratificato l’ “indicazione” per il rappresentante del Comune di Formia nel listone provinciale delle “Civiche pontine” che risulta essere il “figlio” della nuova pace siglata tra la maggioranza di Latina Bene Comune che governa il comune capoluogo e le coalizioni civiche alla guida dei comuni di Aprilia, Sabaudia, Bassiano e, appunto, Formia. Se il sindaco di Aprilia Antonio Terra sarà in lizza per un posto di consigliere provinciale, la collega formiana ha deciso di lavorare esclusivamente per il comune di cui è sindaco da nove mesi. Ma sarebbe stata la professoressa Villa a “puntare” sulla candidatura di Giovanni Costa, consigliere comunale della lista “Formia città in comune” ma storicamente vicino, lui come suo padre Silvestro (anch’egli in consiglio comunale nei primi mandati di Sandro Bartolomeo), alla sinistra e, ora, al Partito Democratico. Eletto in consiglio comunale nel 2013, Costa è stato nominato assessore alle attività produttive nel 2016, incarico che ha occupato per meno di un anno e mezzo prima dello scioglimento anticipato a causa delle dimissioni del sindaco Pd Bartolomeo.

Ma perché Costa? Dopo l’autocandidatura del giovane capogruppo della lista “Formia Vinci” Antonio Capraro, la sua sfida è stata opzionata perché considerata “protagonista” anche in altre realtà consiliari esterne a quella di Formia. Di certo, il consigliere comunale Costa è considerato uno dei referenti nel sud-pontino, e a Formia in particolare, di uno dei due consiglieri regionali del Partito Democratico Enrico Forte. Questo rapporto, politico e personale, potrebbe servire a Costa di racimolare alcuni voti all’esterno del sud-pontino? E’ l’auspicio della maggioranza civica di Formia che naturalmente ha l’interesse politico (e non solo) di accreditarsi nei confronti della Regione Lazio del neo segretario nazionale del Pd Nicola Zingaretti e, dunque, Enrico Forte potrebbe essere un qualificato trait d’union attraverso la candidatura al consiglio di via Costa dell’apprezzato commercialista e consulente del lavoro.

Ma la sfida dell’omonimo Giovanni Costa appare decisamente in salita, come se dovesse affrontare una cronometro in altura senza la necessaria preparazione fisico-atletica. La riunione della maggioranza di venerdì sera al comune di Formia è stata preceduta da un “faccia a faccia” tra il sindaco Paola Villa e Maurizio Costa, l’imprenditore della sanità privata che è il socio unico di “Ripartiamo con voi”, una delle quattro liste civiche che fanno parte della maggioranza al comune di Formia. Cosa si sono detti? Quello che si sa da un mese, dalla nostra anticipazione, mai smentita o rettificata, del sostegno dei quattro consiglieri Costiani (Valentina Forcina, Dario Colella, Lino Martellucci e Ida Bronco) alla candidatura del consigliere comunale di Forza Italia al comune di Gaeta Luigi Coscione. Insomma da un Costa ad un altro: Giovanni il 31 marzo – a meno di clamorosi colpi di scena – inizierà il suo personale campionato con una penalizzazione di quattro punti… maturata in casa. Ma il neroazzurro Giovanni Costa, il laziale Maurizio non ha dimenticato il “meno nove” in serie B con il maestro Fascetti, pensa alla sua “pazza Inter” e ritrova il sorriso… anche perché, in maniera Decoubertiniana, in questo momento è più importante che vincere. O almeno.

Pasquale Cardillo Cupo

Dall’altra parte dell’emiciclo il sabato politico ha confermato un’altra nostra anticipazione. Il candidato a sindaco del centrodestra alle elezioni amministrative di giugno, l’avvocato Pasquale Cardillo Cupo, ha lasciato formalmente il gruppo consiliare di Forza Italia cui aveva aderito per alcune mai chiarite “questioni tecniche”. Il noto penalista ha confermato la sua candidatura al consiglio provinciale di Latina per i Fratelli d’Italia. L’ha fatto dopo dopo alcuni incontri con il neo Senatore Nicola Calandrini e con il vice Portavoce Regionale Enrico Tiero: “Si tratta, del resto, della prosecuzione di un rapporto già avviato in Provincia qualche anno fa con l’amico Enrico Tiero, quando ricoprivo il ruolo di Consigliere Provinciale, nonché di Delegato e Presidente della Commissione Lavoro Pubblici della Provincia di Latina. Il mio posizionamento, del resto, non può che restare coerentemente nell’alveo di centro destra, che ho rappresentato nella sua interezza partitica fino a pochi mesi fa a Formia, per quanto sia sempre più evidente a tutti che la differenza possano farla solo le persone con le loro peculiarità e soprattutto con le loro competenze, senza le quali l’azione politica è sempre destinata al naufragio, come del resto sapientemente evidenziato nei giorni scorsi anche dal Presidente della Repubblica in un suo intervento.” Stop.

L’avvocato Cardillo Cupo ha rilasciato questa significativa dichiarazione evitando di soffermarsi sul rapporto, politico e amministrativo, mai decollato con Forza Italia benchè abbia deciso di far parte del gruppo consiliare dopo la dolorosa sconfitta al ballottaggio del 24 giugno contro la professoressa Paola Villa. Naturalmente la candidatura alle provinciali del penalista implicherà, giocoforza, un divorzio di Cupo da Forza Italia ma l’interessato non vuole anticipare i tempi. L’occasione potrebbe essere la presentazione alla stampa della sua candidatura che – come ha anticipato il referente cittadino dei Fdi Giovanni Carpinelli – potrebbe avvenire “la prossima settimana, probabilmente domenica 17 marzo. Siamo lusingati e onorati della scelta politica effettuata dall’avvocato Cardillo Cupo. Si tratta di un valore aggiunto a cui va da atto il fatto di aver accettato questa candidatura per l’importanza che l’avvocato Cardillo Cupo dà alle persone e alle competenze”.

Naturalmente il distacco del penalista da Forza Italia deve essere molto light e lo dimostra la sua prevedibile assenza sabato ad un incontro conviviale organizzata dall’attiva delegata dei Fratelli d’Italia di Sperlonga presso l’albergo villaggio “Martino Club hotel” al Salto di Fondi, la stessa struttura scelta venerdì scorso dal Senatore e coordinatore regionale di Forza Italia Claudio Fazzone per incontrare i dirigenti e i consiglieri comunali eletti in provincia per “fare il punto” in vista del voto in via Costa del 31 marzo. Se a quell’happening Cardillo Cupo non aveva partecipato, ha deciso di fare altrettanto quando il coordinatore provinciale e Senatore Nicola Calandrini ed il Senatore siciliano Giovanbattista Fazzolari hanno lanciato la pesante candidatura al Parlamento Europeo di Nicola Procaccini, il sindaco di Terracina tra i più apprezzati, in termini di risposte date, del territorio. La lista dei Fratelli d’Italia per le provinciali non è stata ancora ultimata, gli ultimi ritocchi riguardano anche quelle di Forza Italia (i candidati del sud-pontino sono Luigi Coscione di Gaeta e Vincenzo Carnevale) e del Partito Democratico che – secondo alcune indiscrezioni – avrebbe chiesto l’impegno personale del sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli. Rispetterà questa chiamata alle armi?

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+