Itri / Successo per la prima edizione della “Corri nella terra di Frà Diavolo”

Itri / Successo per la prima edizione della “Corri nella terra di Frà Diavolo”

ITRI – Dominio fondano al termine della prima e riuscita edizione della “Corri nella terra di Frà Diavolo”, la gara che, organizzata in maniera impeccabile (come sempre) dalla Poligolfo di Formia, ha permesso al podismo regionale che conta di esordire e di invadere il bellissimo centro storico di Itri. Nel ricordo storico del brigante (o eroe) Michele Pezza un colorato serpentone di amatori che ha aderito all’invito della Poligolfo si è dato appuntamento nel piazzale antistante il palazzo municipale di Itri, accolto naturalmente dal sindaco aurunco l’avvocato Antonio Fargiorgio.

Il capo dell’amministrazione comunale ha seguito personalmente lo svolgimento della kermesse podistica che, promossa con il patrocinio del Comune e della ProLoco in stretta collaborazione con la Protezione Civile Eri di Itri, l’associazione “G.C.Itri Monte Ruazzo”, la Croce Rossa Comitato di Itri ed i Comitati di Quartiere, ha conosciuto il suo epilogo agonistico al termine di un percorso ondulato lungo dieci chilometri circa. A tagliare per primo il traguardo è stato il marocchino di nascita, ma italiano di adozione, Abdel Kader Rahmani , della Top Run Fondi, bravo a coprire la distanza di 33’44”. Il vincitore della “Corri nella terra di Frà Diavolo” ha dovuto davvero superarsi per vincere la strenua resistenza di Iva D’Amico, dell’Aprocis Runners Team, giunto al traguardo con un distacco di soli 9”, un’inerzia. A salire sul gradino più basso del podio è stato il ciociaro Antonello Di Cicco, dell’Atletica Amatori Fiat Cassino, che copriva la distanza con il tempo di 34’49”. A piedi del podio si piazzava la folta e qualificata rappresentanza della società organizzatrice: Riccardo Ciano, Cosmo Capodanno e Carlo Avallone, classificatisi rispettivamente al quarto, quinto e sesto posto con i tempi di 35’57”, 36’10” e 36’12”.

Prima delle tante donne a tagliare il traguardo finale è stata Fabiola Desiderio, anche lei portacolori della Top Run Fondi, piazzatasi nella classifica assoluta con il nono posto ma brava ad anticipare nella graduatori di categoria Elisabetta Aghiana, dell’Asd Atletica Monticelliana di Monte San Biagio, 22° assoluta con il responso cronometrico di 40’43”. Gli sforzi organizzativi della Poligolfo sono stati sottolineati nel corso della cerimonia di premiazione da parte del sindaco di Itri Fargiorgio che ha evidenziato come la stessa atletica amatoriale rappresenti un segmento di promozione del territorio itrano, delle sue inestimabili ricchezze paesaggistiche, storiche, artistiche e delle stesse peculiarità gastronomiche. Va in archivio dunque positivamente questa edizione inaugurale di “Corri nella terra di Frà Diavolo”, calendarizzata lo scorso 28 ottobre ma rinviata poi per le avverse condizioni metereologiche.

E’ calato anche il sipario sul 2018 organizzativo per la Poligolfo, attesa da un nuovo anno ricco di impegni relativamente all’allestimento di eventi agonistici finalizzati anche alla promozione e riscoperta del territorio del sud-pontino. Uno di questi sarà la prossima edizione della “Gaeta-Formia”-Memorila “Cosmo Damiano Gioia” che, in programma il prossimo 17 febbraio, prenderà il via da piazza Traniello nel cuore del quartiere medioevale di Gaeta S.Erasmo per concludersi, dopo dieci chilometri circa, in Largo Paone a Formia.

Saverio Forte

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+