Formia / Stanco di aspettare, lancia una sedia contro l’infermiera: denunciato 40enne di Minturno

Formia / Stanco di aspettare, lancia una sedia contro l’infermiera: denunciato 40enne di Minturno

FORMIA – Ancora episodi violenti all’interno del pronto soccorso dell’ospedale Dono Svizzero” di Formia. L’ultima vittima, in ordine di tempo, è stato un’infermiera dello stesso nosocomio che aveva chiesto ad un paziente di attendere il suo turno per essere visitato dal medico di turno. Dalle parole l’uomo è passato subito ai fatti: innervosito per l’attesa che si era protratta – a suo dire – più lecito, aggrediva l’infermiera scagliandole contro una sedia. A soccorrere la donna erano i suoi stessi colleghi che le diagnosticavano una prognosi ben 21 giorni. Scattava l’allarme anche perché l’aggressore faceva perdere le tracce. Era un uomo, D.V.R. di 40 anni di Minturno, già noto alle forze dell’ordine, identificato e denunciato per lesioni personali dai Carabinieri, gli stessi protagonisti di un potenziato servizio di controllo del territorio con il supporto di un elicottero del raggruppamento aereo di Pratica di Mare.

Nelle maglie dei militari del Maggiore David Pirrera, finivano un 42enne di Napoli, sorpreso a passeggiare nel-la centralissima via Appia a Scauri in possesso di un coltello a serramanico lungo 23 centimetri, ed un 48enne di Torino alla guida di un autocarro parzialmente ubriaco. Il servizio si è concretizzato con l’identificazione di 123 persone ed il controllo di 78 auto e di 42 persone sottoposte agli arresti domiciliari. Elevate numerose contravvenzioni al codice della strada per un importo di 2120 euro. Impegnati sul fronte della prevenzione e repressione dei reati allo spaccio di sostanze stupefacenti i Carabinieri della tenenza di Fondi che hanno arre-stato un cittadino indiano di 34 anni ed un 53 di Fondi. Sono stati trovati in possesso complessivamente, al termine di due distinti perquisizioni personali e veicolari, di 45 grammi di eroina, suddivisi in sette involucri.

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+