Minturno / Pulizia delle spiagge, successo per l’iniziativa di Legambiente

Minturno / Pulizia delle spiagge, successo per l’iniziativa di Legambiente

MINTURNO – A decretare il successo della iniziativa presso la spiaggia di Monte D’Argento a Minturno è stata la grande partecipazione di Scuole, Associazioni, Comunità e singoli cittadini che si sono dati appuntamento sulla spiaggia dorata del Lido Tahiti per aderire alla più grande manifestazione di volontariato attivo che proprio in questi giorni si svolge contemporaneamente sulle coste della penisola italiana e in ventidue paesi del Meditteraneo. “Clean Up the Med” è denominata quella internazionale e Mari e Fondali Puliti quella che in Italia promuove Legambiente. A organizzarla a Minturno è stato il Circolo Legambiente Verde Azzurro Sud Pontino e, anche per questa edizione, il Parco Regionale Riviera di Ulisse e il Presidente Davide Marchese che è stato presente all’evento.

Contestualmente gli ambientalisti lanciavano, con una sottoscrizione, la proposta di istituire, proprio tra le calette di sabbia dorata di Monte D’Argento, un oasi naturale da destinare alla nidificazione delle tartarughe marine come quella messa in libertà, la scorsa estate, a Scauri e “battezzata” con il nome di Italia.

“Sono tantissime le associazioni che hanno aderito alla manifestazione – dice Dino Zonfrillo, presidente del Circolo che costituisce la rappresentazione territoriale, per i sette comuni del Basso Lazio, di Legambiente Lazio e Legambiente Nazionale – e con esse scuole e comunità e tanti liberti cittadini”.

“Il neo presidente Nazionale Stefano Ciafani e Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio, – continua – a ragione hanno investito in termini progettuali a questa iniziativa di denuncia e di alto valore educativo che si svolge contemporaneamente in tutti i paesi che si affacciano sul Mediterraneo, proprio quando si fa più drammatico l’inquinamento da plastiche e la Comunità Europea si appresta a varare norme che rendono restrittive la diffusione dei manufatti monouso – conclude l’esponente ambientalista – causa principale di inquinamento marino da ” marine litter ” come vengono, nel linguaggio corrente, denominate le microprastiche che entrano anche a far parte della catena alimentare”.

La Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Gaeta ha colto l’occasione per divulgare alcune norme comportamentali per la sicurezza in mare.

Per le scuole hanno partecipato: il liceo scientifico L.B.Alberti di Minturno, L’ITC B.Tallini di Castelforte e l’Istituto Comprensivo G.Rossi di Santi Cosma e Damiano. Per le associazioni e comunità : la Comunità Insieme, La Comunità Marica, il Centro Diurno Arca di Noè, l’Associazione Persone Down, l’Associazione Levante di Monte d’Argento, il Comitato Cittadino Colombo, l’ASD Into The Blue Diving, l’ASD CLub Nautico Garigliano, il Basket Scauri formazione di campionato di serie B, testimonial dell’evento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+