Formia / Il Comune deve restituire 51mila euro per le “Notti di Cicerone” mai organizzate

Formia / Il Comune deve restituire 51mila euro per le “Notti di Cicerone” mai organizzate

FORMIA – Il Comune di Formia, in tema di gestione della vita culturale, è protagonista di una pessima figura. Il dirigente del settore, Maurizio Ottaviani, ha firmato una determina con cui restituisce alla Regione Lazio, al suo dipartimento Programmazione economica e sociale della direzione sulle politiche sociali e famiglia, 51mila euro che gli aveva concesso il 12 novembre 2012 per l’organizzazione del progetto denominato “Le Notti di Cicerone per il sociale”. Non era altro che una riproposizione delle più famose “Notti di Cicerone” con una caratterizzazione più rivolta al sociale, alle fasce più disagiate.

La Giunta in carica il 12 aprile 2013, quella guidata ancora dal Senatore Michele Forte, incaricò l’associazione “Cicerone” di Formia con l’assegnazione del contributo regionale per concretizzare il progetto. A maggio 2013 ci svolsero le elezioni amministrative e per la quarta volta divenne sindaco di Formia Sandro Bartolomeo che non diede seguito alla concretizzazione del progetto. La Regione Lazio più volte ha chiesto in questi anni al comune di Formia di relazionare, di giustificare il contributo ottenuto ma, non trasmettendo la relazione finale e la rendicontazione finanziaria relativa alla realizzazione dei servizi oggetto del contributo, è stato costretto a restituire i 51mila euro. Ma a Formia la continuità amministrativa non è ancora di moda… Purtroppo.
Saverio Forte

(Foto di copertina: Andrea De Meo)

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+