Torna il Fondi Music Festival: il pianista Pierluigi Camicia omaggia Claude Debussy

Torna il Fondi Music Festival: il pianista Pierluigi Camicia omaggia Claude Debussy

FONDI – Celebra il simbolismo musicale, il grande compositore francese Claude Debussy ma anche i capolavori della classicità russa il prossimo concerto organizzato nell’ambito del Fondi Music Festival. A esibirsi sabato 14 aprile alle 18:30, nella meravigliosa cornice di Palazzo Caetani, sarà il pianista Pierluigi Camicia, concertista di fama internazionale e per molti anni direttore del Conservatorio Statale di Musica di Lecce. L’evento, intitolato “Debussy e la Grande Madre Russia”, è pensato per celebrare il centenario dalla morte del famoso artista francese ma contempla anche interessanti interpretazioni di alcuni tra i più famosi compositori russi. Un programma, insomma, che non mancherà di stupire il pubblico.

La serata, come in tutti gli altri concerti della VII edizione del festival, sarà preceduta dalla nuova sezione “Young Artist”, dedicata a giovani musicisti e studenti di conservatorio provenienti dal comprensorio ai quali viene data la possibilità di aprire eventi di un certo prestigio. Una piccola grande opportunità per i talenti in erba che, in questo modo, possono confrontarsi con un pubblico preparato e attento. Sabato toccherà a Giovanni Di Ciollo, giovane e talentuoso violinista di Fondi.

Il Fondi Music Festival è una manifestazione organizzata dall’Associazione Fondi Turismo in collaborazione con le Associazioni musicale “Ferruccio Busoni” e “Sergej Rachmaninov”, con il Comune di Fondi, con il Parco Naturale Regionale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi e con la Banca Popolare di Fondi. Tutte le info su www.fondimusicfestival.it

PIERLUIGI CAMICIA
Pierluigi Camicia è pianista nato: e pur il prestigio interpretativo e tecnico sono stati acquisiti e maturati da precocissima frequentazione dello strumento, all’alta scuola di insigni maestri (Agosti, Caporali, Badura Skoda..). Inizia la carriera concertistica sulla scia di premi conseguiti in Concorsi Nazionali (Treviso) e Internazionali di grande prestigio, (Busoni, Ciani, Chopin) e con l’ammirazione e la stima di artisti quali Rostropovitch, Ferrara, Ciccolini. I suoi recital in Europa (Germania Polonia e Svizzera) e negli Stati Uniti d’America (Salt Lake, Cleveland, Akron, Los Angeles, Fresno, etc) riportano sempre ampi consensi di critica e di pubblico. Particolare attenzione rivolge a repertori inusuali, in collaborazione anche con solisti e direttori di fama (Ferro, Friedman, Haronovitch, Biscardi, Gusella) e con orchestre europee e americane; e insieme con Michael Flaksman, Ruggiero Ricci, Angelo Persichilli, Felix Ayo, Nina Beilina l’attività cameristica diventa occasione di proposte musicali poliedriche e affascinanti. Collabora con cantanti di prestigio quali Ricciarelli, Devia, Colaianni in recital liederistici e lirici e sovente con vocalist quali Antonella Ruggiero e Mariella Nava. Titolare di cattedra al Conservatorio Nazionale Piccinni di Bari dal ’73, chiamatovi dall’allora Direttore Nino Rota, Pierluigi Camicia è maestro di una schiera di talenti già alla ribalta del concertismo internazionale.
Ha inciso musiche di Chopin, Giuliani, Rota, Grieg, Brahms, Franck, Faurè e Van Westerhout per la Farelive, la Abegg e Bongiovanni. E’ Direttore Artistico dell’Associazione AUDITORIUM di Castellana Grotte dalla sua fondazione, nell’anno 1974, fino al 2007, Associazione che produce e organizza concerti cameristici e sinfonici e opere liriche, anche in forma di Teatrodanza, operine per ragazzi, rappresentate in molti teatri italiani (Belli a Spoleto, Ragusa, Siracusa, Catania).
Nel 2002 e 2003 dirige artisticamente il “Talos Jazz Festival” a Ruvo di Puglia, uno dei più importanti Festival Jazz Italiani, ospitando artisti quali Giorgio Gaslini, Uri Caine, John Taylor e altri famosi interpreti italiani e stranieri. Dal 2003 è Direttore Artistico della Camerata Musicale Salentina di Lecce, la più importante Associazione Musicale del Salento. Tiene Masterclasses di pianoforte e musica da camera per Università in Usa (BWYU – Provo – UTAH, CSUF – Fresno – CALIFORNIA, WESLEYAN COLLEGE – Macon – GEORGIA, etc.) e in Hochschule in Germania, Francia, Croatia, Polonia.
Ha suonato per importanti Teatri, Orchestre e Associazioni concertistiche in Italia e all’estero, tra cui La Scala a Milano, la Carnegie Hall a New York, l’Oriental Art center a Shanghai, il Teatro Verdi a Trieste, L’Ente Lirico Sinfonico a Cagliari, il Bellini di Catania, La Fenice di Venezia, e regolarmente in Germania, Spagna, Francia, Polonia. Ha ricevuto nel 2000 il Premio per la Musica “NELO FRENI”. Nel 2007 è stato nominato, dal Ministro per l’Università, “per meritata fama” Direttore del Conservatorio Tito Schipa di Lecce, e confermato per il triennio successivo.

GIOVANNI DI CIOLLO
Iniziato allo studio del violino all’età di otto anni dal Mº Davide Bortolin, Giovanni Di Ciollo ha proseguito presso il Conservatorio Statale di Musica “O. Respighi” di Latina sotto la direzione del Mº Antonio De Secondi, diplomandosi all’età di 18 anni. Contemporaneamente si è perfezionato con i Maestri Sonig Tchackerian, docente presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Mirei Yamada, violino del quartetto Avos, e Davide Alogna, docente presso il Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria.
È membro stabile dell’Orchestra da Camera “Città di Fondi”, ove riveste attualmente il ruolo di spalla dei secondi violini, con la quale ha all’attivo oltre 90 concerti, tra cui produzioni comprendenti registrazioni per Radio Vaticana e concerti per concorsi internazionali di musica (Concorso flautistico internazionale “D. Cimarosa” e l’Italian International Cello Competition). Ha collaborato con l’orchestra del Conservatorio “O. Respighi” e con l’Orchestra internazionale giovanile “Fedele Fenaroli” e altre formazioni in importanti produzioni orchestrali. Recentemente è stato impegnato in una tournée internazionale nella Corea del Sud come spalla dell’Orchestra del Conservatorio “Alfredo Casella” dell’Aquila nell’ambito del Festival Internazionale di Musica della Corea. Come concertino dell’Orchestra Sinfonica di Seul ha eseguito i concerti di chiusura del Festival Internazionale di Musica della Corea, che hanno visto protagonista il tenore di fama mondiale Paul Potts esibirsi nelle più celebri arie d’opera.
In ambito cameristico ha eseguito molte delle sonate per violino e pianoforte di Brahms e Beethoven, esibendosi in duo con i pianisti Maurizio Baglini e Leone Keith Tuccinardi. Distintosi per meriti artistici nel corso della Masterclass di Violino tenutasi a Fondi ad agosto del 2014 del Mº Alogna, è stato invitato ad esibirsi nel festival Como Classica.
Con l’Orchestra da Camera “Città di Fondi” ha eseguito come solista il doppio concerto per violino di Vivaldi RV 565 e le “Quattro Stagioni” dello stesso autore. Nel corso della sua carriera ha eseguito brani tratti da “Sonate e Partite per Violino solo” di J. S. Bach, “Sei sonate per Violino solo” di E. Ysaÿe, “24 Capricci per violino solo” di N. Paganini.
Cofondatore dell’Orchestra “Pathos”, con cui si è esibito in veste di violino solista, di direttore e di arrangiatore, ha recentemente presentato la propria composizione inedita per orchestra d’archi “Quasi una Serenata”. Nel 2017 con l’orchestra Pathos si è cimentato in una innovativa Lezione – Concerto avente ad oggetto le Quattro Stagioni di A. Vivaldi, che comprendeva spiegazioni sul contesto storico – culturale dei quattro concerti, e l’integrale esecuzione degli stessi, replicata più volte nei principali centri della

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+