Doppio incarico per la segretaria Rita Riccio nei Comuni Formia e Cassino

Doppio incarico per la segretaria Rita Riccio nei Comuni Formia e Cassino

FORMIA – “Pensavate di esservi liberata di me. E invece…” Ha destato non poche perplessità la presenza lunedì pomeriggio della segretaria generale del comune di Formia Rita Riccio alla seduta del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che, su personale richiesta del neo Prefetto di Latina Maria Rosa Trio, non si è svolta – come da consuetudine – presso l’ufficio territoriale di governo di Latina ma presso la blindata sala Sicurezza del comune di Formia. Le perplessità dei dipendenti e dei dirigenti comunali presidenti e delle rappresentanti delle forze dell’ordine cittadine sono state suffragate dal fatto che lunedì mattina – come annunciato da temporeale.info – aveva preso servizio presso il nuovo posto di lavoro: la segreteria generale del Comune di Cassino, orfana dell’avvocato Lorenzo Norcia, dal 1 gennaio in pensione.

Naturalmente la dottoressa Riccio è stata presentata all’apparato burocratico-amministrativo del Comune di Cassino da parte del sindaco Carlo Maria D’Alessandro che l’aveva scelta al termine di una doverosa selezione: “Faccio i miei più sentiti auguri di buon lavoro al segretario comunale avvocato Rita Riccio – ha spiegato il sindaco – che ha preso servizio ufficialmente, lunedì mattina, presso il nostro comune. Una figura di alto profilo che ha avuto modo, nella sua brillante carriera, di lavorare anche in contesti non di certo facili ed in situazioni straordinarie, in enti soggetti ad infiltrazioni mafiose. Auguro all’avvocato Riccio un buon lavoro e una buona permanenza a Cassino, città che tra l’altro conosce per aver frequentato proprio qui l’Itc Medaglia D’Oro”.

Mentre la segretaria “lady di ferro” (per i suoi precedenti a capo della segreteria generale dei comuni casertani di Casal Di Principe e Casaluce) prendeva servizio a Cassino, al sindaco della città martire e al suo ex datore di lavoro (sino a venerdì scorso), il commissario Prefettizio del comune di Formia, Maurizio Valiante, arrivava una Pec dell’albo dei segretari e provinciali del Lazio (ha sede presso la Prefettura di Roma) che assegnava al Comune di Formia la segretaria Rita Riccio “quale reggente a scavalco per due giorni a settimana… a decorrere dal 15 gennaio 2018 fino al 31 gennaio”. Un provvedimento motivato da una direttiva dell’aprile 2013 e da una successiva circolazione del luglio dello stesso anno del Ministero dell’interno ma inatteso per due ordini di motivi: innanzitutto perché ad insaputa di molti addetti ai lavori questa richiesta di beneficiare dello scavalco era stata formalizzata dalla funzionaria di Vairano Patenora l’11 gennaio scorso e, poi, perché, aveva esternato al commissario Prefettizio la sua disponibilità a guidare la segreteria generale del comune di Formia l’attuale “vice” segretario e dirigente dell’avvocatura interna Domenico Di Russo.

Un’utilizzabilità limitata nel tempo in attesa della nomina del nuovo segretario da parte dell’avvocato Valiante tra tutte le candidature che arriveranno entro il 19 gennaio presso l’albo dei segretari comunali e provinciali del Lazio. Intanto la segretaria comunale di Formia e di Cassino il 9 gennaio ha appreso come una manna dal cielo il contenuto della prima determina del 2018 del dirigente dell’ufficio personale che apre i termini per partecipare ad una selezione, scade il 19 gennaio, per ricomporre il plenum del nucleo di valutazione (l’organismo che annualmente deve giudicare l’operato dei dirigenti comunali con i conseguenti e pesanti risvolti di natura economica e d’indennità) al comune di Formia. Naturalmente c’è anche la domanda della dottoressa Riccio, interessata a ricoprire la dimissionaria professoressa universitaria formiana Rosa Lombardi che si è dimessa il 1 settembre 2016 per una sopraggiunta incompatibilità derivante dalle normative vigente in tema di inquadramento giuridico dei professori universitari. Si tratta di affiancare gli due attuali componenti del nucleo di valutazione, Massimo Ippoliti e Giuseppe Gismondi, nominati il 17 febbraio 2016 ed il 18 marzo dello stesso anno dal sindaco dimissionario Sandro Bartolomeo. Ora la scelta finale spetta al commissario Prefettizio Valiante ma Rita Riccio c’è sempre…

Saverio Forte

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+