Formia / I Centristi si preparano alle prossime elezioni amministrative (video)

Formia / I Centristi si preparano alle prossime elezioni amministrative (video)

FORMIA – Bisogna volgere e subito il passato alle spalle e rimboccarsi le maniche per elaborare un progetto condiviso per rilanciare l’offuscata e grigia immagine di Formia dopo ben quattro mandati del sindaco Sandro Bartolomeo. Ben venga una convergenza anche il movimento civico di “Formia Viva” dell’ex segretario e direttore generale dello stesso comune Mario Taglialatela e con tutte quelle espressioni che siano alternative, in consiglio e fuori, alla maggioranza che alla distanza ha scaricato il dimissionario sindaco di Formia. Resta un cantiere aperto quello dell’opposizione centrista al comune dopo l’annuncio del sindaco Bartolomeo che in maniera irrevocabile lascerà l’incarico dalla serata del prossimo 17 dicembre. Una conferenza stampa dei gruppi dei “Centristi per Formia”, di Idea domani e di alcuni indipendenti fuoriusciti dall’ex maggioranza di centrosinistra è stata l’occasione per sottolineare le ragioni che hanno portato il dimissionario sindaco ad isolarsi dal contesto della sua originaria coalizione, su tutte il programma elettorale del 2013 che alla distanza è rimasto disatteso.

L’avvocato Pasquale Cardillo Cupo è stato determinante a rimpinguare le file della minoranze e a rendere la lista civica di “Idea Domani”( di cui è stato sinora capogruppo) la formazione più numerosa sul lato destro del consiglio comunale. Quella svolta sinora è stata un’opposizione dura e intransigente ma ora è il tempo della sintesi e delle scelte. Anche perché nel cortile centrista di Formia non mancano le aspirazioni personali – sono tante quanti sono i suoi frequentatori – per assumere la prestigiosa candidatura a sindaco al comune e, non essendoci più il Senatore Michele Forte (un campione in fatto di definire questa o quella scelta politico-amministrativa), il ricorso alle primarie sarà – a meno di clamorosi ma non impossibili colpi di scena – inevitabile.

Intervista al consigliere Pasquale Cardillo Cupo

Il clima idilliaco della conferenza stampa dei Centristi formiani è stato, dopo qualche minuto, ridimensionato da una dichiarazione del portavoce del movimento “Formia Viva 2018”, Gianni Di Nucci: “Il nostro candidato a sindaco Mario Taglialatela ha sostenuto nella sua presentazione ufficiale alla stampa ha precisato, alla noia, di essere pronto a fare un passo indietro qualora si raggiungesse una convergenza migliore rispetto all’attuale. Non siamo affatto interessati a diventare la stampella, una protesi politica nei confronti di chi ha sottoscritto il programma elettorale del sindaco dimissionario per poi prendere più o meno strumentalmente le distanze nel corso del mandato amministrativo”.

Accuse pesanti che politicamente avrebbero come destinatari gli indipendenti fuoriusciti dal centrosinistra e – si vocifera – soprattutto i rappresentanti della lista “Ripartiamo Insieme” che, coordinata dall’ex vicesindaco Elenoraza Zagrillo, hanno fatto parte della maggioranza consiliare sino allo scorso marzo o si sono astenuti in consiglio sulle delibere proposte dall’ex Giunta Bartolomeo. Intanto con le dimissioni del sindaco Bartolomeo e l’ormai scioglimento anticipato del consiglio comunale di Formia decaderanno dall’incarico i suoi due rappresentanti nel consiglio provinciale di Latina , proprio l’avvocato Cardillo Cupo, che della presidente Della Penna era il delegato ai Lavori Pubblici, ed il consigliere di Forza Italia Gianluca Taddeo. Saranno surrogati da due esponenti espressione di Forza Italia, Giovanni Giarola di Cisterna e Andrea Di Biase di Itri ma per l’avvocato Cardillo Cupo – come ha dichiarato nell’intervista video di Saverio Forte – ad Idea Domani le poltrone non interessano.

Simbolicamente la conferenza stampa dei Centristi ha rappresentato uno spartiacque politico tra il passato ed il futuro che, dopo la prematura scomparsa del Senatore Michele Forte e la fuoriuscita di scena (almeno a livello locale) dell’ex sindaco Bartolomeo, si preannuncia ricco di incognite. Ecco perché il consigliere dei “Centristi per Formia” e ormai certo candidato alle elezioni regionali Antonio Di Rocco sollecita di dar vita ad un campo moderato che sia il più ampio possibile. Pone delle pregiudiziali sull’adesione a questo progetto delle espressioni consiliari di Forza Italia ma non di quelle articolazioni esterne della società civile, ma ugualmente riconducibili alla stessa Forza Italia sul piano politico, che hanno severamente censurato dalla scorsa primavera quello che poi si è rivelato l’”abbraccio mortale” di Forza Italia al Partito Democratico dell’ex sindaco di Formia.

Intervista al consigliere Antonio Di Rocco

Saverio Forte

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+