Formia / Il pastificio Paone alla conquista dei Paesi Baltici

Formia / Il pastificio Paone alla conquista dei Paesi Baltici

FORMIA – Continua senza soste il nuovo ed intenso processo di internazionalizzazione del pastificio Paone di Formia. Una delegazione del prestigioso stabilimento alimentare della zona industriale di Penitro, guidata dal neo amministratore unico Fulvio Paone, ha contribuito a qualificare a Vilnius, capitale della Lituania, allo stand “Italia” allestito presso il centro espositivo “Litexpo” dall’Ambasciata d’Italia e dalla Camera di Commercio Italo-Lituana in occasione del “Baltic Food in Lituania”, la più importante manifestazione che, dedicata alle forniture per la ristorazione ed ai prodotti enogastronomici, è considerata l’eccellenza del settore agroalimentare nei Paesi Baltici. E con questo intento il pastificio Paone è stato orgoglioso di far parte dello stand Italia all’interno di un’esposizione dedicata alla presentazione di prodotti alimentari, bevande, caffè, tè, spezie, nonché alle novità ed alla cucina tradizionale. E i delegati del sito produttivo di Formia, naturalmente con gli ultimi prodotti scaturiti dal nuovo ciclo della pasta, sono stati coinvolti a diventare protagonisti presso gli spazi della “Litexpo” dedicati a numerosi eventi interattivi: mostre culinarie, gare, formazione, campionati e degustazioni. Il pastificio Paone soprattutto ha potuto esporre i suoi prodotti, quelli vecchi e nuovi, in apposite degustazione e venderli. Ha potuto far conoscere le proprie eccellenze ad un pubblico sempre più vasto, stabilendo contatti con i mercati lituani, baltici e i paesi del Nord-Est Europa, compresa la vicina Russia. La precedente edizione di “Baltic Food in Lituania” aveva visto la presenza di circa 16.700 visitatori ed esportatori provenienti da tutto il mondo: Italia, Germania, Lettonia, Estonia, Polonia, Bielorussia mentre il 48% dei visitatori è stato rappresentato degli operatori del settore. Soltanto a fine agosto il pastificio Paone di Formia aveva partecipato a Pechino all’”Anufood China” presso l’ex centro nazionale cinese dell’alimentazione. Che si sia trattato di un’utile trasferta per affermarsi nel fiorente ed esigente mercato cinese del settore lo aveva ammesso lo stesso amministratore Fulvio Paone, interessato, a sua volta, sul piano imprenditoriale e societario a permettere alla sua azienda di rilanciarsi in Estremo Oriente dopo aver sventato lo spauracchio del fallimento. Che la stessa ”Anufood China” sia stata prestigiosa fiera internazionale per la vendita al dettaglio e l’ospitalità alimentare lo ha capito lo stesso Paone che, presente ad altri espositori pontini, è stato invitato da alcuni imprenditori alberghieri del nord della Cina a proporre un marchio della mozzarella prodotta in provincia di Latina e, pare, averlo già trovato in un caseificio di Fondi.

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+