Ventotene / La spiaggia di Cala Nave risanata frettolosamente

Ventotene / La spiaggia di Cala Nave risanata frettolosamente

VENTOTENE – La buona volontà è una cosa seria e, di per sé, va apprezzata. Ma, se esistono, le regole e le disposizione normative, vanno rispettate. Senza “se” e senza “ma”. Non vogliono fare “sconti” i neo consiglieri comunali di opposizione al comune di Ventotene, Raffaele Sanzo e Umberto Assenso, di fronte all’ultima “sortita” del neo vice-sindaco, l’imprenditore Modesto Sportiello che, ha deciso di fare da se e, alla guida di una propria pala meccanica, ha effettuato – pare senza alcuna autorizzazione – l’opera di risanamento di una delle due spiagge dell’isola, quella di Cala Nave. Sportiello l’altra sera ha atteso che andassero via gli ultimi bagnanti per azionare il suo mezzo meccanico e livellare l’arenile nella zona sottostante piazza Castello ed il palazzo municipale.

Il giorno dopo non sono state tardate ad affiorare le conseguenze: la presenza nel cristallino mare di Ventotene di schiume sgradevoli, probabilmente la reazione della poseidonia che si trova sotto la coltre di arenile. I consiglieri d’opposizione del gruppo di “Ventotene vive” hanno presentato un’interrogazione urgente al neo sindaco Gerardo Santomauro preannunciando un preciso interessamento da parte dell’Arpa Lazio che avevano provato a contattare sul fatto. Ma il tentativo è stato inutile. I consiglieri Sanzo e Assenso hanno cercato di avere on line riscontri su questo intervento di risanamento ambientale ma hanno dovuto alzare bandiera bianca dopo aver accertato che “il sito del comune non risulta consultabile a causa di mere ragioni tecniche”. L’interrogazione, poi protocollata, contiene una serie di imbarazzanti richieste: copia della delibera di Giunta o di qualunque atto autorizzativo che abbia permesso l’attuazione dei lavori; copia dei pareri degli uffici deputati ad autorizzare i lavori; copia del progetto di intervento in cui siano elencati: il tipo di intervento, le modalita’ di svolgimento, i tempi di attuazione ed il personale impiegato.

Intanto è intervenuta la Guardia Costiera dell’isola che ha prelevato un campione di sabbia dalla spiaggia per accertare, dopo esami di laboratorio, eventuali danni di natura ambientale. Sul piano politico le censure dell’opposizione nei confronti del neo eletto sindaco Santomauro e del suo “vice” Sportiello non potevano non risentire dell’iniziale diniego ad Acqualatina sull’installazione del dissalatore e, dopo il pronunciamento sfavorevole del Tar, la decisione di chiudere il “Punto Acqua”,un servizio autorizzato all’ente gestore all’interno di alcuni locali comunali. “ Il Sindaco e il suo vice, presi dalla voglia di fare, sprofondano nel ridicolo e danneggiano la popolazione. Ora, in prima persona il vicesindaco che, armato di trattore e….. secchiello, si impegna – attaccano i consiglieri di “Ventotene Vive” in un’opera di risanamento della spiaggia di Cala Nave. Di per sé e senza ironia; apprezziamo il desiderio di essere utile alla cittadinanza e ai turisti. Ma, buon Dio, pensare un po’ prima di mettersi alacremente all’opera, no? Non viene in mente che si tratta di interventi su equilibri delicati per i quali esistono organismi deputati e scientificamente attrezzati? Non desideriamo mortificare il desiderio di essere utili, ma un colpo di telefono all’Arpa, l’agenzia regionale deputata, prima di mettere mano all’opera? E poi, via, si tratta di un intervento da attuare durante un fine settimana nel mese di Luglio, con la spiaggia affollata?”.

E ancora un attacco frontale dell’ex candidato sindaco Sanzo e del consigliere d’opposizione Assenso: “ Le acque dell’isola sono insignite della bandiera blu e non la perderanno per quanto è avvenuto in questi giorni. Insomma, non è che se un portantino dispone, poi, di cesoie, bisturi e quanto altro ancora si improvvisa chirurgo!! Non è che disporre di trattore e secchiello, si diventa esperti ambientalisti! Se loro sono così, si comporteranno così a casa loro ma non nella Casa Comune. La presa del potere non consente meschine azioni di ritorsioni lesive dei diritti dei cittadini”. E le elezioni amministrative si sono svolte soltanto un mese fa.

Saverio Forte

Questo slideshow richiede JavaScript.

Usa Facebook per lasciare un commento

commenti

Segui Temporeale Quotidiano su Facebook, Twitter e Google+ per essere sempre aggiornato
Google+